Bando agenzie: assegnato ad Askanews il lotto 3

Ieri pomeriggio all’agenzia di stampa Askanews è giunta una pec del Dipartimento dell’Editoria della Presidenza del Consiglio che annunciava l’assegnazione del lotto 3 del bando per l’acquisizione servizi di informazione per la Pubblica Amministrazione. Per l’agenzia di Luigi Abete e per i giornalisti che hanno dovuto affrontare un dura congiuntura, è stata certamente una buonissima notizia.

Tuttavia la ferraginosità del bando europeo voluto dall’ex sottosegretario Luca Lotti continua a lasciare tracce. Infatti il contratto per il triennio che Askanews ci accinge a firmare sarà su base annuale di circa 4 milioni, lo stesso importo col quale AdnKronos si era aggiudicato il lotto, che ha poi lasciato dopo aver vinto la gara per il lotto 1.

Askanews che ora subentra aveva invece indicato per i servizi che venivano richiesti un importo di circa un milione di più. Secondo alcune fonti l’ applicazione del codice degli appalti al bando delle agenzie di stampa, che ha portato l’assegnazione del subentrante al valore del primo aggiudicatario della gara, sarebbe una forzatura, tanto che Askanews potrebbe considerare di accettare il lotto 3 con riserva.

Ci si aspetta però che il Dipartimento, ora retto da Ferruccio Sepe, metta mano alla discrezionalità che gli è consentita in modo da chiudere definitivamente il brutto capitolo della tormentata gara per le agenzie di stampa, che ha fatto risparmiare qualcosa allo Stato, ma alla fine ha pesato soprattutto sui giornalisti di un settore, quello delle agenzie, tanto importante per il pluralismo, ma anche il più colpito dalla crisi dell’editoria giornalistica.

Comunque a quanto apprende ‘’Prima’’ la discrezionalità del Dipartimento si è esaurita con la richiesta e quindi la risposta dell’ Anac sulle modalità da seguire per lo ‘’scorrimento’’ nell’ambito dei vincitori delle gare. In particolare l’Anac ha rilevato che il codice degli appalti stabilisce la immodificabilità delle condizioni principali. E ciò vuol dire che chi subentra al vincitore originario, e nel caso specifico Askanews, deve fornire le stesse prestazioni e accettare lo stesso contratto, e quindi anche le stesse condizioni economiche, grazie alle quali l’AdnKronos si era aggiudicato il lotto. Inoltre – sottolineano le stesse fonti – la procedura non prevede alcuna possibilità di accettazione con riserva.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato