Vertici Cdp: intesa sul nome di Fabrizio Palermo per il ruolo di amministratore delegato

Condividi

Accordo sui vertici di Cassa Depositi e Prestiti. Stando a quanto segnalato dalle agenzie, il premier Conte e i ministri Tria e Di Maio, insieme al Sottosegretario Giorgetti avrebbero raggiunto l’intesa sul nome di Fabrizio Palermo per la carica di amministratore delegato dell’Istituto.

L’accordo raggiunto tra M5S e Lega con il ministro dell’Economia e il presidente del Consiglio sulle nomine in Cdp sarebbe un’intesa ampia che, spiega Ansa, coinvolge l’intera governance dell’istituto.

Dal Tesoro si fa comunque notare che formalmente il luogo deputato per la comunicazione della lista dei candidati avviene è l’assemblea degli azionisti, riconvocata per il 24 luglio.

Fabrizio Palermo (foto Cdp)

Palermo attualmente è direttore finanziario di Cdp, dove ha fatto ingresso nell’ottobre del 2014, come responsabile finanziario e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili del gruppo.
Nato a Perugia nel 1971, laureato in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma nel 1994, ha iniziato il suo percorso professionale a Londra come analista finanziario per la divisione investment banking di Morgan Stanley. Dal 1998 al 2005 ha lavorato come consulente strategico in McKinsey, dove specializzazndosi in operazioni di risanamento e rilancio per grandi gruppi industriali e finanziari italiani ed europei

Approdato in Fincantieri in qualità di direttore business development e corporate Finance a riporto dell’Amministratore Delegato, è stato quindi vice direttore generale del gruppo dal 2011 al 2014, oltre che chief financial officer dal 2006 al 2014.