Salvini: il nome per la presidenza Rai resta Foa. Nessun imbarazzo per la presenza di suo figlio nello staff

Matteo Salvini non arretra: il suo nome per la presidenza Rai resta quello di Marcello Foa. Il vicepremier e Ministro degli Interni lo ha confermato a più riprese rispondendo ai giornalisti a margine di una cerimonia dei vigili del fuoco. “Io guardo al merito, guardo se una persona vale, mi devono dare una giustificazione valida per dire no”, ha detto riferendosi alla bocciatura opposta al nome di Foa.  “Se qualcuno mi contesta la professionalità, la bravura e la libertà di Marcello Foa, ne riparliamo, altrimenti per la presidenza il mio nome è lui” ha ribadito.

Matteo Salvini (Foto ANSA/CLAUDIO PERI)

Tutti concetti riproposti anche questa mattina intervenendo a Sky tg24, dove Salvini ha aggiunto di volere “una televisione dove ci sia spazio per tutto no a monotematici o ai Fazio di turno. Tiriamo dritto anche per il cambiamento”.

La convinzione del leader leghista sembra non essere stata nemmeno scalfita dalle nuove polemiche suscitate dalla notizia, rivelata dall’Espresso, della presenza nel suo staff del figlio di Marcello Foa. “Nessun imbarazzo”, ha rimarcato Salvini, mentre fonti del Viminale hanno fatto sapere che Leonardo Foa è un giovane laureato, con master e trilingue, che ha cominciato a collaborare con lo staff del ministro, avendone studiato la comunicazione social nel progetto di tesi.

Parere ben diverso quello di Fnsi e Usigrai, secondo cui la vicenda non può che influire sulla posizione di Foa a Viale Mazzini, gettando un’ombra su “autonomia e indipendenza nello svolgimento del ruolo, sia come presidente che come semplice Consigliere di Amministrazione della Rai”, e lasciando come unica soluzione le sue dimissioni.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente