Dl dignità: ok dalla Camera. Di Maio: vinto il primo round. Dai giornali una guerra sul decreto

Via libera dell’Aula della Camera al decreto dignità, che passa ora in seconda lettura al Senato. Il testo è stato approvato con 312 sì, 190 no e 1 astenuto. “Abbiamo vinto il primo round, ce l’abbiamo fatta, e senza la fiducia”, le prime parole di Luigi Di Maio.

“Non era un decreto semplice perchè combatte le lobby del gioco d’azzardo, quelle aziende ‘prenditrici’ che vengono prendono i soldi qui, comprano i macchinari e poi se ne vanno in Romania o in Brasile, abbiamo detto basta”, ha spiegato poi in un video su Facebook, auspicando che l’ok definitivo dal Senato possa arrivare già la prossima settimana. “Abbiamo detto stop alla pubblicità del gioco d’azzardo – ha ribadito Di Maio – basta al redditometro, allo spesometro, e abbiamo cominciato a invertire la tendenza sul precariato.

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio (Foto ANSA/FLAVIO LO SCALZO)

“Molti giornali, anzi la stragrande maggioranza, ci hanno fatto la guerra sul decreto; si è fatto molto terrorismo psicologico”, ha accusato.

“Approvato il decreto dignità alla Camera, un primo importante passo in avanti per la lotta al precariato, il contrasto all’azzardo e la semplificazione fiscale. Orgoglioso di guidare un Governo che lavora davvero per questo Paese”, ha twittato il premier Conte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Auditel arriva la rilevazione dei device mobili. In Italia più di 112 milioni di schermi possono accedere a contenuti video o tv

Auditel arriva la rilevazione dei device mobili. In Italia più di 112 milioni di schermi possono accedere a contenuti video o tv

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi