Facebook corteggia le banche Usa per avere i dati dei loro utenti

Facebook ha chiesto alle maggiori banche americane di condividere le informazioni finanziarie dei loro clienti, incluse le transazioni con le carte di credito, nell’ambito dei suoi sforzi per offrire nuovi servizi ai suoi utenti. Lo ha segnalato il 6 agosto il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali Facebook vuole sempre più essere una piattaforma per l’acquisto e le vendita di prodotti e servizi. Fra le banche contattate ci sarebbero Wells Fargo, Citigroup, U.S. Bancorp, e JPMorgan.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa – EPA/Alejandro Bolivar)

Una possibile alleanza fra Facebook e le banche avrebbe benefici sia per il social media sia per gli istituti di credito. Le banche in particolare potrebbero beneficiare del rapporto con le grandi piattaforme online, per raggiungere miliardi di utenti e spingere ulteriormente sui pagamenti mobile.

Nell’ambito dei contatti avviati a giocare un ruolo centrale è la privacy, considerato anche le varie indagini avviate nei confronti del social dopo il caso Cambridge Analytica. Secondo il giornale JPMorgan per questo timore avrebbe già abbandonato le trattative.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy