Calcio in tv, a Napoli è boom dei decoder pirata con Dazn

Il panorama dei diritti tv in Italia è cambiato con l’avvento di Dazn. C’è chi, purtroppo, si è lasciato prendere dal panico a causa del nuovo sistema di fruizione della piattaforma di Perform, legata ad una connessione Internet e – ovviamente – ad un ulteriore esborso economico rispetto al canonico abbonamento Sky.

Ed allora si è dato il via alla ricerca del famigerato “pezzotto”. Una tradizione che a Napoli trova sempre terreno fertile e – secondo quanto riporta Il Mattino – ci sarebbe stato un vero e proprio “boom” di codici pirata, che consentirebbero di vedere tutti i canali di Sky, Premium e la neonata Dazn alla “modica” cifra di 10 euro al mese. Il tutto, però, viene monitorato dalla Guardia di Finanza che ha già definito veri e propri “hacker” coloro i quali dovessero usufruire del “pezzotto”. Sono previste, infatti, pene molto severe per l’utilizzo di questo servizio che, lo ricordiamo, è illegale. (Tuttonapoli)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

Franceschini (Mic): istituito il gruppo di lavoro per la legge sul libro

Franceschini (Mic): istituito il gruppo di lavoro per la legge sul libro

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target