Apple rimuove 25mila app dall’App Store cinese

Apple ha rimosso oltre 25mila app dall’App Store in Cina perché non conformi alle leggi. Tra queste ci sono almeno 4mila app di scommesse e gioco online, secondo Bloomberg. A stimare l’ammontare totale nella cifra di 25mila app è, come riporta The Verge, l’emittente di stato Cctv.

Tim Cook, ceo di Apple (Foto Ansa/CLAUDIO GIOVANNINI)

“Le app dedicate al gioco online sono illegali e non permesse sull’App Store in Cina”, spiega Apple in una dichiarazione resa a Bloomberg e Wall Street Journal. E come osserva The Verge si tratta dell’ultimo esempio, in ordine temporale, di come le aziende che intendono fare affari con Pechino siano costrette a scendere a patti con le misure imposte dal governo locale.

Il tutto mentre imperversa la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina: è in procinto di scattare infatti questa settimana la terza ondata di dazi voluta dal presidente Trump sull’import dalla Cina, per ulteriori 16 miliardi di dollari.

Una mossa che, secondo gli osservatori, potrebbe colpire proprio Apple che potrebbe doversi trovare obbligata ad alzare i prezzi per far fronte ai dazi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente