Mosca, infondate le accuse di Facebook su legami con account bloccati

Il Cremlino ha detto di non comprendere le basi sulle quali Facebook ha deciso di bloccare account che, secondo il social, sono usati dalla Russia per diffondere disinformazione. “Abbiamo visto queste notizie e non campiamo cosa abbia a che fare l’intelligence russa con tutto questo, cosa ha guidato la compagnia nel prendere tale decisione”, ha commentato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov.

Vladimir Putin e alle sue spalle Dmitry Peskov nel 2017 (Foto Ansa – EPA/MAXIM SHEMETOV / POOL)

“Stanno provando a superarsi l’una con l’altra ma rilasciano dichiarazioni che sembrano copie”, ha poi aggiunto Peskov, riferisce l’Agi, riferendosi alla recente accusa di Microsoft di aver sventato una campagna di attacchi hacker, legata al governo russo e che puntava gli Stati Uniti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente