Nave Diciotti, appello dell’Odg: non sottomettere pietà e accoglienza alla mera sicurezza

Appello del presidente dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, sulla Nave Diciotti: “occorre trovare un punto di equilibrio tra accoglienza e sicurezza”.

“Non tacerò per amor di umanità e per difendere la reputazione del mio Paese”, si legge in una dichiarazione del Presidente nazionale dell’OdG Carlo Verna, diffusa dall’Usigrai di cui Verna è stato segretario dal 2006 al 2012. “Non tacerò il mio orgoglio perché è una giornalista Daniela De Robert a guidare a Catania la delegazione del garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale,sono fiero del lavoro che i colleghi stanno facendo nel raccontare la vergogna dei migranti salvati,ma imprigionati su una nave la Diciotti che è già territorio italiano essendo della nostra Guardia Costiera”.

“Come è possibile – prosegue Verna – che accada tutto ciò? Non taccio perché va fatto appello a tutti i giornalisti e le giornaliste (ce ne sono con pesanti responsabilità anche nel Governo) a tutti gli uomini e a tutte le donne di buona volontà affinché il legittimo dibattito sul ruolo dell’Europa e sul punto di equilibrio tra accoglienza da un lato e sicurezza e organizzazione sociale possibile dall’altro non travolga i valori costituzionali e non faccia crollare anche il ponte della pietà verso i più disperati”.

L’allarme della Federazione europea dei giornalisti (Efj): i media mal rappresentano il fenomeno delle migrazioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La Rai rischia una super-sanzione dell’Agcom. Richiesta di sanzione formalizzata da Morcellini

La Rai rischia una super-sanzione dell’Agcom. Richiesta di sanzione formalizzata da Morcellini

Rai, via libera di Salini ai vicedirettori di RaiUno – ECCO LE NOMINE

Rai, via libera di Salini ai vicedirettori di RaiUno – ECCO LE NOMINE

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale  – I NOMI

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale – I NOMI