Twitter testa una funzione per suggerire agli utenti una lista di persone da non seguire più

Twitter sta pensando di suggerire ai suoi utenti una lista di profili da non seguire più. La piattaforma sta infatti testando una funzione che mostra gli account con cui si interagisce poco, in modo da eliminarli se non interessano più.

“Sappiamo che gli utenti desiderano una timeline rilevante, un modo per ottenerla può essere l’esclusione di persone con cui non ci si relaziona regolarmente”, ha spiegato il microblog a diversi media americani.

Jack Dorsey (Foto Ansa -EPA/ANDREW GOMBERT)

Lo strumento è solo un test e al momento dalla compagnia di Jack Dorsey non sono trapelati risultati o indicazioni su quando e se verrà effettivamente attivato.

Il rischio, se applicato, potrebbe essere quello di creare polemiche nel caso in cui venissero coinvolte figure politiche. Qualche settimana fa l’amministrazione Trump aveva detto di voler indagare sulla pratica del microblog, definita come ‘shadow banning, di ridurre visibilità a certi tweet senza necessariamente rimuoverli. La società di Jack Dorsey è attualmente coinvolta insieme ad altri social network e società tecnologiche in una controversia politica da parte di Trump sulla percezione di pregiudizi liberali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

L’offerta Discovery+ integrata in TimVision. Oltre all’intrattenimento tanto sport grazie ai contenuti Eurosport

L’offerta Discovery+ integrata in TimVision. Oltre all’intrattenimento tanto sport grazie ai contenuti Eurosport

Mediaset deposita in Consiglio di Stato l’appello su Vivendi dopo la sentenza del Tar che scongela il 20% del Biscione in mano francesi

Mediaset deposita in Consiglio di Stato l’appello su Vivendi dopo la sentenza del Tar che scongela il 20% del Biscione in mano francesi

Il Festival di Sanremo sarà in sicurezza e si atterrà al Dpcm. Coletta (Rai1): Al pubblico dobbiamo evasione e intrattenimento, lo facciamo per questo

Il Festival di Sanremo sarà in sicurezza e si atterrà al Dpcm. Coletta (Rai1): Al pubblico dobbiamo evasione e intrattenimento, lo facciamo per questo