Palombelli all’esordio vince con Renzi; Telese e Parenzo su La7 si difendono con Mentana

I sondaggi elettorali più recenti danno la Lega al 32%, i Cinquestelle al 28%, il Pd al 17%, Forza Italia sotto il 7%. Così è per certi versi paradossalmente ‘anti-politica’, in senso editoriale ed elettorale, la scelta di connotare la prima puntata della nuova stagione di ‘Stasera Italia’ – che battezzava pure il mood, il tono e la linea della nuova Rete4 – con la conduttrice Barbara Palombelli che ospitava Matteo Renzi.

Barbara Palombelli

All’inizio in piedi col microfono in mano, poi seduta a fianco dell’unico personaggio in studio, la Palombelli è parsa volere dare, pur tra qualche pausa, uno stile sobrio ma assieme spiccio ed energico (come quello di ‘Forum’) alla maniera di gestire i giochi salottieri di questa fascia.

Quella che si voleva marcare – più che con gli avversari diretti di ieri, il talk de La7, ‘In Onda’ – era ovviamente una qualche differenza di approccio da Lilli Gruber e ‘Otto e mezzo’, il prossimo, imminente avversario quotidiano di cui si vuole provare a colmare lo svantaggio in termini di ascolti investendo però su autorevolezza e su una simile sobrietà.

L’ex segretario del partito democratico ha presentato un assaggio del suo docufilm su Firenze e poi si è confrontato sui temi caldi della politica con Luciano Fontana (direttore del Corriere della Sera, che ha ‘aiutato’ così all’esordio la trasmissione rivale a quella di Urbano Cairo) e Peter Gomez (direttore del sito de Il Fatto Quotidiano).

Un momento del talk di Rete4 con ospite Matteo Renzi

Buono il bilancio di Palombelli con Renzi: 1,387 milioni di spettatori e il 6,33% di share. L’edizione estiva del talk, con Francesco Vecchi alla conduzione, dopo quella con Giuseppe Brindisi e Veronica Gentili, era rimasta vicina alla linea del milione di spettatori, spesso battuta dalla proposta omologa de La7, che con Luca Telese e David Parenzo al timone, ha tra giugno e settembre progressivamente migliorato le proprie prestazioni superando quota 1,2 milioni di spettatori con le puntate migliori e facendo buoni risultati anche con gli appuntamenti settimanali che sforavano in prima serata.

Ieri, proponendo Enrico Mentana a parlare dell’attualità politica, e poi anche Maurizio Molinari ed Ernesto Galli Della Loggia a approfondire la complessa situazione in Libia, il talk de La7 ha tenuto, conquistando 1,133 milioni di spettatori ed il 5,13% di share.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto