Paolo Borrometi a Tv2000. Per lui inchieste al tg e un approfondimento pomeridiano

Paolo Borrometi, giornalista siciliano sotto scorta per le sue inchieste antimafia, a partire da settembre ha iniziato a collaborare con Tv2000. Assunto con contratto giornalistico, per l’emittente della Cei realizzerà servizi e inchieste di denuncia “con nomi e cognomi” di infiltrazioni mafiose nel territorio e storie positive, di riscatto dai lacci della criminalità e di solidarietà.

Borrometi collaborerà con il Tg2000 e sarà impegnato anche all’interno del programma pomeridiano in onda dal lunedì al venerdì alle ore 14.

Paolo Borrometi

“Sono certo, oggi più che mai, che il giornalismo libero sia quanto di più importante e necessario nella società attuale”, ha commentato Paolo Borrometi, definendo l’esperienza nell’emittente “un’occasione di crescita professionale ed umana”.

“I programmi di approfondimento di Tv2000 si arricchiscono di ciò che spesso manca alla televisione del nostro tempo una capacità di racconto della realtà che sappia denunciare il male senza diventarne parte e vedere il bene e farlo crescere”, ha detto il direttore di Tv2000, Paolo Ruffini, a proposito dell’ingresso di Borrometi.

“Mi sembra anche un bel segnale che la Chiesa italiana manda al mondo dell’informazione e al Paese intero, un giornalismo di inchiesta, mosso da forti motivazioni civili e ideali” ha concluso invece il direttore delle testate giornalistiche, Lucio Brunelli.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente