Rai Ragazzi punta sui giovani. Presentati a Roma i progetti di animazione finalisti di ‘L’ora di tuffarsi’

Lunedì 3 settembre a Roma, presso la sede Rai di Via Teulada, si è svolta ‘L’ora di tuffarsi’, l’iniziativa ideata da Rai Ragazzi per i giovani gli studenti delle scuole di animazione o di audiovisivo, con un progetto di animazione originale e inedito. 

Gli 11 partecipanti – con un’età media di 25 anni -, selezionati dal bando diffuso online nel giugno scorso, hanno avuto la possibilità  di presentare i  loro 10 progetti inediti  (uno è a doppia firma) davanti alla struttura Cartoni animati di Rai Ragazzi e ad altri esperti del settore, tra cui una delegazione di produttori indipendenti.

“L’iniziativa rientra nell’impegno della Rai per promuovere il talento, scoprire nuovi autori e rinnovare i linguaggi dell’animazione italiana anche con l’apporto dei più giovani”, ha spiegato Luca Milano, direttore di Rai Ragazzi”.

I 10 progetti – ricorda la nota – sono stati scelti dalla struttura Cartoni animati e serie di Rai Ragazzi in base a criteri di originalità del progetto, potenzialità di successo presso almeno una delle fasce di pubblico di riferimento (bambini, ragazzi, teenager, famiglie), portata innovativa, potenzialità di sviluppo internazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente