Tv: Canale 5 torna al tasto 105 di Sky. A breve sul satellite anche altri canali Mediaset

Continua il disgelo tra Mediaset e Sky. Dopo l’accordo dello scorso marzo grazie al quale i canali di Premium sono diventati visibili per gli abbonati Sky, da oggi, 5 settembre, anche Canale 5 torna – dopo 3 anni – sulla piattaforma Sky. 

 

La sede di Mediaset a Cologno Monzese (foto
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

“Si tratta di un primo passo che si estenderà a breve a tutti gli altri canali gratuiti Mediaset, generalisti e tematici”, ha spiegato una nota la holding tv di Cologno Monzese, sottolineando che, tra i programmi visibili su Sky ci saranno anche i match internazionali della Nations League di calcio in onda nei prossimi giorni in esclusiva su Canale 5 (Germania-Francia giovedì 6 settembre, Inghilterra-Spagna sabato 8 settembre, Francia-Olanda domenica 9 settembre, Spagna-Croazia, martedì 11 settembre).

“Prosegue dunque la strategia Mediaset – sottolinea ancora la nota – di portare i propri canali su tutte le piattaforme free e pay: digitale terrestre, satellite e streaming online. Un’estensione continua che comporta due importanti risultati: da un lato garantire al pubblico la visione delle reti Mediaset su qualsiasi device, dall’altro accrescere in modo adeguato la forza, la qualità e il valore dei palinsesti e dei contenuti Mediaset”, ha concluso la nota.

I canali generalisti Mediaset erano stati ‘oscurati’ su Sky l’8 settembre 2015, in assenza di un accordo con la piattaforma satellitare sui diritti di ritrasmissione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy