Fca, Michael Manley confermato alla guida, a fine mese la sua riorganizzazione. Elkann: continuità operativa

L’Assemblea degli Azionisti di Fca, che si e’ tenuta oggi ad Amsterdam, ha eletto Michael Manley amministratore delegato della società. Lo rende noto lo stesso Gruppo.

 Michael Manley e John Elkann (foto Ansa)


Michael Manley e John Elkann (foto Ansa)

“Marchionne è scomparso, dopo quattordici anni di guida illuminata, il 25 luglio. Il 21 luglio quando si è compresa l’impossibilità che tornasse alla guida della società, il consiglio ha indicato, nell’ambito del processo di successione già avviato e condiviso con Marchionne, Mike Manley nuovo amministratore delegato. Il cda ha attribuito a Manley le deleghe per assicurare continuità operativa”. Lo ha detto John Elkann all’assemblea straordinaria degli azionisti di Fca.

“Marchionne ha reso Fca una forte e indipendente società. Vi posso garantire che Manley continuerà su questa strada e il board lo supporterà”, ha detto Elkann rispondendo agli azionisti aggiungendo che “Manley ha lavoratori nelle ultime settimane con il suo team e annuncerà a fine settembre la sua organizzazione”.

Louis Camilleri è il nuovo amministratore delegato della Ferrari. Lo ha nominato con il 98,03% dei voti a favore l’assemblea straordinaria degli azionisti ad Amsterdam..

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm