Mele & Partners con Dentsu Aegis Network per i servizi digitali

Una collaborazione che diventa più strutturata, nonché più estesa ed organica di quanto non fosse già. Un accordo in questo senso lo hanno appena siglato il Gruppo Mario Mele & Partners e Dentsu Aegis Network.

La relazione di scambio e di vicendevole supporto che già esisteva tra le due aziende è stata quindi rafforzata. “Abbiamo scelto la migliore struttura del mercato per completare l’offerta media digitale dei nostri servizi di consulenza”, ha commentato Mario Mele. Che così si potrà avvalere con la sua azienda delle capacità della multinazionale giapponese sul terreno dell’esecuzione digitale creativa, del media planning e buying, delle mobile applications, nonché delle specializzazioni sui versanti di SEO, content creation, brand tracking e marketing analytics.

Il ceo di Dentsu Aegis Network Souther Europe, Paolo Stucchi, si è dichiarato soddisfatto del patto: “Con questa partnership il nostro Gruppo avrà l’opportunità di affidare a Mario Mele & Partners le attività di comunicazione relative alle media relation, alle digital PR e ai progetti di comunicazione legati al mondo golfistico, per supportare i nostri clienti con servizi sempre più completi e integrati anche nel mondo degli earned media”.

La relazione tra Mele e Dentsu Aegis è già rodata. Storico personaggio di fiducia e di riferimento in Italia di Lvmh, Mele è anche alla guida di Carat Luxury, agenzia specializzata nel lusso che da decenni fa parte del bouquet del gruppo di agenzie che ora è detenuto da Dentsu. Da qualche anno a questa parte, inoltre, la sede di Carat Luxury, quella del Gruppo Mario Mele & Partners, nonché quella di Dentsu Aegis Network sono contigue, allineate nello stesso complesso della zona nord di Milano.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto