Bancarotta Ste: 5 anni e mezzo a Verdini

Denis Verdini è stato condannato per bancarotta fraudolenta della Società Toscana di edizioni (Ste) a 5 anni e mezzo. Il tribunale di Firenze ha poi condannato a 5 anni anche l’ex deputato Massimo Parisi. Per entrambi i giudici hanno anche deciso l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.  Il pm Luca Turco aveva chiesto 3 anni per Verdini e 2 anni per Parisi.

Denis Verdini (foto Olycom)

Tre anni ciascuno per gli altri 3 imputati nel processo, tutti amministratori della Ste che pubblicava ‘Il Giornale della Toscana’, Girolamo Strozzi Majorca Renzi, Enrico Luca Biagiotti e Pierluigi Picerno. Per tutti e tre anche interdizione dai pubblici uffici per 5 anni ciascuno.

Per quanto riguarda le parti civili alla curatela del fallimento Ste è stata assegnata una provvisionale di 300mila euro, mentre a 4 ex giornalisti del quotidiano che si erano costituiti parte civile è stata assegnata una provvisionale di 15mila euro ciascuno: i risarcimenti dei danni verranno poi stabiliti in sede civile.

Alla lettura del dispositivo nell’aula del tribunale Verdini era assente come gli altri imputati, ad eccezione di Pierluigi Picerno.

Già annunciato il ricorso in appello da parte degli imputati. Lo hanno anticipato sia Marco Rocchi – avvocato di Verdini con Franco Coppi – sia Nino D’Avirro, che difende Pierluigi Picerno. “Per forza faremo appello – ha detto D’Avirro -: è incredibile. E’ vero che i soldi erano usciti dalla società ma un anno prima del fallimento erano tutti rientrati”.
Per Verdini è la seconda condanna in pochi mesi al tribunale di Firenze: il 3 luglio scorso era stato condannato in appello a 6 anni e 10 mesi per il crack del Credito cooperativo fiorentino (in primo grado la condanna era stata a nove anni).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera