Copyright: avvio dei negoziati Ue possibile già all’inizio di ottobre

Dopo il via libera votato il 12 settembre dal Parlamento Ue, i negoziati con Consiglio e Commissione Ue sulla riforma del copyright inizieranno probabilmente verso inizio ottobre, forse già il 2. Lo segnalano fonti da Bruxelles, riprese dall’agenzia Ansa.

Il percorso verso la chiusura del testo legislativo è però ancora complesso, vista la necessità di conciliare le posizioni delle tre istituzioni e i timori di nuove pressioni delle lobby. Per esempio, tra gli emendamenti adottati e che quindi finiranno sul tavolo negoziale, a sorpresa ne è passato uno che vuole dare la tutela di copyright agli eventi sportivi.

Il Parlamento Europeo (foto Olycom)

A Bruxelles fanno notare che il testo ha poche ‘chance’ di sopravvivere, in quanto la Corte di giustizia europea si è già espressa più volte sulla questione dei diritti sportivi: agli eventi di sport non ha mai riconosciuto lo statuto di opera creativa tutelata dal diritto d’autore.

Inoltre, una volta trovata l’intesa di compromesso tra le tre istituzioni Ue su tutto il pacchetto copyright, i 28 dovranno dare il loro via libera – a negoziare per loro sarà la presidenza austriaca Ue di turno, ma l’ok avviene a maggioranza qualificata -, e poi di nuovo l’Eurocamera.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano