Arriva nelle sale Michelangelo – Infinito, produzione Sky in collaborazione con Vatican Media

Dal 27 settembre al 3 ottobre arriverà nei cinema italiani “Michelangelo – Infinito”, il nuovo film d’arte dedicato a Buonarroti prodotto da Sky con la collaborazione di Vatican Media. Protagonista, Enrico Lo Verso per raccontare non solo il David, la Pietà e la Cappella Sistina, ma la vicenda personale dell’uomo Michelangelo.

La pellicola, spiega Vatican News, traccia un profilo poco conosciuto del Buonarroti e ricrea le atmosfere e le sensazioni di chi, a Firenze, varca il portone di via Ghibellina. Con un nucleo ricchissimo di materiale tanto vario e cronologicamente completo da rendere possibile un ritratto biografico inedito

Il progetto è una produzione originale Sky con Magnitudo Film, distribuita da Lucky Red. E’ stato realizzato con la collaborazione dei Musei Vaticani e di Vatican Media, con il Riconoscimento del Mibac – Direzione Generale Cinema, in collaborazione con il Consiglio Regionale della Toscana, con il Patrocinio del Comune di Firenze e del Comune di Carrara.

A dare il volto a Michelangelo Buonarroti è Enrico Lo Verso: “Ho potuto scoprire un Michelangelo che non conoscevo” spiega l’attore palermitano. “Un uomo di una complessità meravigliosa sempre alla ricerca della perfezione”.

Ecco qualche immagine:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano