L’Eurocommissaria Jourova striglia Facebook: la nostra pazienza ha un limite

“La mia pazienza ha un limite. Facebook mi aveva assicurato che avrebbe corretto entro dicembre le condizioni contrattuali ingannevoli: questa cosa è andata avanti per troppo tempo. Ora è il tempo di agire, non di fare promesse. Se i cambiamenti richiesti non verranno attuati in pieno entro fine anno, chiederò alle autorità di tutela dei consumatori di agire rapidamente e di sanzionare la società”. Così la commissaria europea alla Giustizia e alla Tutela dei consumatori Vera Jourova è tornata, oggi a Bruxelles, a fare pressione sulla multinazionale californiana affinché renda più chiare i termini e le condizioni relative al servizio reso.

Vera Jourova (Foto Ansa – EPA/OLIVIER HOSLET)

Per la Commissione Europea, le condizioni forniscono una presentazione “ingannevole” delle principali caratteristiche dei servizi forniti da Facebook. In particolare, spiega la Commissione, Facebook comunica oggi ai consumatori che i loro dati e i loro contenuti vengono utilizzati solo per migliorare la loro “esperienza” complessiva, mentre non viene menzionato il fatto che la società utilizza questi dati a fini commerciali. Le sanzioni vanno erogate dalle autorità nazionali di protezione dei consumatori, ha spiegato la Jourova, e l’entità varia da Paese a Paese.

Jourova ha anche fatto sapere di aver “avuto un account Facebook per un breve periodo ed è stato un canale di sporcizia. Non mi aspettavo un tale afflusso di odio e ho deciso di cancellarlo, perché ho realizzato che ci sarebbe stato meno odio in Europa, se l’avessi fatto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fox Corp: debutta in borsa la nuova società dei Murdoch. Nel Cda anche l’ex speaker della Camera Usa Ryan, e il presidente di F1 Carey

19 marzo Angela doppia Bisio e Siani e Le Iene. Floris non stacca Berlinguer

Google modifica Android e il servizio shopping per rispondere alle richieste dell’Antitrust Ue