Cairo: positivo l’esordio di Cook. Per La7 +13% nella raccolta pubblicitaria a settembre

Calcio e Torino a parte, è un Urbano Cairo piuttosto soddisfatto quello che si è fermato a parlare con un gruppetto di giornalisti a margine della presentazione della 19esima edizione del Premio Cairo, a Milano. Soddisfatto per i risultati raggiunti sul fronte editoriale, che snocciola col sorriso sulle labbra, e in particolare quando affronta i temi del recente lancio di Cook, il nuovo supplemento mensile del Corriere della Sera dedicato alla cucina, di Io Donna, ViviMilano e, sul fronte televisivo, di La7.

Da sinistra: Michele Bonuomo, Domenico Piraina,Urbano Cairo, Filippo Delcorno

“Il lancio di Cook è andato molto bene”, dice Cairo, “con un risultato eccellente, sottolineato dalle 25-27mila copie in più rispetto a quello che era un giorno come il mercoledì, senza Cook. Tra qualche giorno, ovvero il 29 settembre, avremo poi un momento significativo per noi perché presenteremo a tutto il mercato degli investitori il nuovo Io Donna, con i cambiamenti che abbiamo apportato insieme alla direttrice Danda Santini, quanto a formato, carta e miglioramento generale della qualità del giornale. Mentre il 3 ottobre avremo la presentazione del nuovo ViviMilano, un giornale importante per la città che abbiamo rifatto cercando di essere ancora più capaci di cogliere le esigenze dei lettori-cittadini”.

Se poi si parla di pubblicità, “per Cook i numeri mostrano una raccolta superiore ai 200mila euro solo per questo primo numero. Mentre per Io Donna evidentemente la cifra sarà molto superiore più”. Per Io Donna, inoltre, è prevista “una tiratura più elevata come accade spesso in occasione di un rilancio, che sarà del +25%”. Oggi, poi, Buone Notizie, compie un anno: “Con una buona raccolta”, continua il presidente di Rcs. “E non era banale ricevere questa attenzione da parte di investitori e fondazioni”.

E ancora: “Per Rcs terminiamo i nove mesi ma il dato gennaio-agosto era molto buono con un +2%. La raccolta di Rcs di settembre è in linea con lo scorso anno ma aspetto la fine del mese”.

Quanto a La7, Cairo parla di una “ottima crescita”, con settembre al +13% dopo luglio al +4% e agosto al +18%, settembre. “Numeri importanti, che segnano il trimestre luglio-agosto-settembre al +11% e l’anno da gennaio a settembre al +3,6%. Dati che rispecchiano ascolti notevolissimi, anche a settembre, con un +23% durante la giornata e un +33% in prime time. Le aziende stanno seguendo con incrementi di investimenti molto importanti”.

Urbano Cairo (foto PRIMAONLINE)

IL PREMIO CAIRO –  Lunedì 15 ottobre si accenderanno i riflettori sulla 19esima edizione del Premio Cairo, che rinnova la collaborazione tra Cairo Editore, il Comune di Milano e Palazzo Reale, dove ci sarà – la cerimonia di proclamazione del vincitore del Premio per il 2018.

Gli artisti under 40 selezionati dalla redazione di Arte, il mensile diretto da Michele Bonuomo, che sono stati chiamati a realizzare ciascuno un’opera inedita, rispondono ai nomi di Giuseppe Abate, Paolo Amico, Romina Bassu, Thomas Berra, Paolo Brambilla, Alessandro Calabrese, Gabriella Ciancimino, Valentina Colella, Fabrizio Cotognini, Matteo Fato, Daniele Franzella, Oscar Giaconia, Sophie Ko, Christian Leperino, Iva Lulashi, Carlo Miele, Isabella Nazzarri, Edoardo Piermattei, Nazzarena Poli Maramotti, Giorgio Tentolini.

La conferenza stampa di presentazione del Premio Cairo

L’autore dell’opera vincitrice si aggiudicherà 25mila euro, oltre a un servizio dedicato e alla copertina del numero di dicembre di Arte.

La valutazione delle opere del Premio Cairo 2018 è affidata a una giuria presieduta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo (presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino) e composta da Gabriella Belli (direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia), Bruno Corà (storico e critico d’arte, presidente della Fondazione Palazzo Albizzini-Collezione Burri di Città di Castello) e Gianfranco Maraniello (direttore del Mart di Rovereto), oltre a Luca Massimo Barbero (direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini di Venezia), Mariolina Bassetti (presidente Christie’s Italia) e il maestro Mimmo Paladino, tra i principali esponenti della Transavanguardia.

Da martedì 16 a domenica 21 ottobre sarà visitabile la mostra, a ingresso gratuito, che accoglierà anche le opere dei vincitori delle edizioni precedenti.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale  – I NOMI

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale – I NOMI

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano