Mediaset, Confalonieri: con Vivendi ancora fermi. Tetti alle pubblicità in tv? Sul mercato da 38 anni

“Non ci sono novità: siamo lì, ancora fermi”. Lo ha affermato il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, a margine dell’adozione di una guglia del Duomo di Milano da parte di Assolombarda, parlando dei rapporti con Vivendi, a circa un mese dall’udienza in tribunale a Milano che contrappone il Biscione al gruppo francese.  “Cose nuove non ce ne sono, poi non è che i presidenti sono molto informati”, ha aggiunto scherzando.

Fedele Confalonieri (Foto ANSA/CLAUDIO PERI)

Interpellato in merito alla ventilata intenzione del Governo di porre un tetto alla pubblicità televisiva – eventualità bollata da Silvio Berlusconi come rischio di chiusura per il Biscione – Confalonieri, che è anche presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, ha detto: “Abbiamo attraversato la storia d’Italia: destra, sinistra, centrodestra, centrosinistra e siamo ancora qui. Quindi, ergo…”.

“Sono 30 anni che siamo sul mercato” e la concessionaria Mediaset di raccolta pubblicitaria si chiama Publitalia ’80 “quindi sono 38 anni”, ha concluso.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente