Al Mise il tavolo su mercato tv del futuro. Di Maio: riflessioni e proposte che cambino il settore

Si è insediato oggi al Mise “il Tavolo TV 4.0 con i rappresentanti delle istituzioni competenti in materia, gli operatori televisivi e le associazioni di categoria”. Lo segnala una nota del Ministero.  “La principale finalità del Tavolo, ha dichiarato il Ministro Luigi Di Maio, è di accompagnare questo processo di transizione digitale del sistema radiotelevisivo, coordinando le attività di rilascio della banda 700 per assicurare che il trasferimento delle frequenze avvenga senza ritardi rispetto alle scadenze stabilite e per garantire un uso efficiente dello spettro radioelettrico. Le frequenze sono infatti uno degli asset fondamentali e indispensabile per lo sviluppo del 5G”.

Luigi Di Maio (foto: ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

“Siamo pronti a valutare interventi correttivi e/o integrativi della normativa di settore anche al fine di garantire la riorganizzazione e la competitività del sistema radiotelevisivo digitale terrestre. È tempo che in Italia si inizi ad anticipare il futuro e a fare investimenti che vanno nell’ottica delle nuove tecnologie: la prossima ‘Netflix’ può essere italiana se sviluppiamo a casa nostra le piattaforme del futuro”, ha aggiunto ancora il ministro, auspicando in conclusione che dal Tavolo “possano giungere riflessioni e proposte per trasformare insieme il mercato televisivo”.

L’Istituzione del Tavolo TV 4.0, riporta ancora la nota, “è stata accolta positivamente dagli operatori del settore che avevano manifestato l’esigenza di un maggior coinvolgimento nel processo di transizione digitale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano