Wpp punta sul digitale. Via libera alla fusione tra Vml e Young&Rubicam

A poche settimane dall’inizio del suo mandato da ceo, Mark Read, si prepara alla svolta digitale per Wpp, puntando a unire le tradizionali agenzie creative del gruppo con quelle digitali. Le prime realtà coinvolte in questo processo sono Young & Rubicam e VML, di cui il colosso inglese ha annunciato oggi la fusione. La nuova azienda, che si prevede registrerà oltre 1 miliardo di dollari di ricavi, si chiamerà Vmly&R, avrà un organico di 7.000 dipendenti e sarà guidata da Jon Cook, attuale amministratore delegato di Vml. A David Sable, attuale global ceo di Y&R, la carica di presidente non esecutivo.

Mark Read

L’idea di unire il digitale con le agenzie creative nasce dell’esigenza di far fronte alla crescita lenta di queste ultime e fa parte del piano ideato da Read per semplificare la struttura di Wpp.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Microsoft si rafforza nel gaming e acquisisce ZeniMax Media per 7,5 miliardi di dollari

Microsoft si rafforza nel gaming e acquisisce ZeniMax Media per 7,5 miliardi di dollari

Lagarde: la crisi pandemica ha rafforzato l’Europa; euro digitale non ha nulla a che fare con “cripotovalute”

Lagarde: la crisi pandemica ha rafforzato l’Europa; euro digitale non ha nulla a che fare con “cripotovalute”

Nel 2020 si contrae la spesa per gli smartphone: -7,9% a livello globale. Dati Idc: 3 device su 4 costano meno di 400 dollari

Nel 2020 si contrae la spesa per gli smartphone: -7,9% a livello globale. Dati Idc: 3 device su 4 costano meno di 400 dollari