Elisabetta Alberti Casellati rafforza lo staff con Nitto Palma capo di gabinetto e Bettanini portavoce

Grandi cambiamenti nello staff della presidente del senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. A sette mesi dal suo insediamento, scanditi da un non sempre idilliaco rapporto con l’amministrazione del Palazzo (a cominciare dalla segretaria generale Elisabetta Serafin), la Casellati ha nominato un nuovo portavoce.

Al posto di Massimo Perrino arriva Antonio Bettanini, genovese, 71 anni, esperto uomo di comunicazione, per anni a fianco di Franco Frattini, sia in Europa che al ministero degli Esteri dopo aver lavorato con Claudio Martelli quando era minsitro guardasigilli.

Rinforzato anche l’ufficio stampa: ad ottobre, ad affiancare lo stesso Perrino e Antonella Iovine, ci sarà Francesco Condoluci che proprio questo mese ha firmato una lunga intervista alla Presidente sul numero di settembre di Economy , il mensile di cui è caporedattore.

Una piccola rivoluzione suggerita da Francesco Nitto Palma, l’ex ministro della giustizia ed ex senatore di Forza Italia, che da consigliere giuridico della Casellati pochi giorni fa ne è diventato capo di gabinetto. A completare lo staff, si attende l’arrivo di un altro big: il deputato forzista Valentino Valentini, già consigliere per gli affari esteri di Silvio Berlusconi, che dovrebbe diventare consigliere diplomatico della Casellati. Sono però in corso verifiche sull’eventuale incompatibilità con il suo ruolo di deputato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste