Il calo di ascolti della Prova del cuoco preoccupa Anzaldi anche per il mancato traino sul Tg1 delle 13,30

L interrogazione di Anzaldi va letta però anche con un retroscena ‘politico’. Elisa Isoardi e’ infatti la compagna di Matteo Salvini e se la cosa può molto favorirla dentro la Rai, negli ambienti dell’opposizione non le fa gioco.

 

Michele Anzaldi(foto ANSA/GIUSEPPE LAMI)

 

Per un’analisi più completa dei risultati della trasmissione e’ importante tenere conto  che, rispetto all’edizione di Antonella Clerici, il programma dell’ Isoardi si è allungato, scontrandosi per mezz’ora di più contro Forum di Barbara Palombelli, che continua ad in Seregni molto forte. Inoltre la nuova Prova del cuoco e’ stata molto rimaneggiata: oltre alla conduttrice sono cambiati tutti i cuochi della Clerici, che erano diventati beniamini del pubblico, e sensibili cambiamenti sono stati fatti alle rubriche interne. Scelte che posso aver  disorientato il pubblico tradizionale di Rai1.  Il programma ha bisogno di rodaggio e di tempo per assestarsi. Così come tutto il daytime di Rai1, che dalla mattina al preserale e’ stato molto  modificato.

Tuttavia Rai1 continua a vivere una stagione felice, anche grazie a un forte access prime time e una fortissima prima serata, e ha iniziato molto positivamente anche la nuova stagione della Garanzia. Dal 1 al 27 settembre l’ammiraglia Rai è a +1% sull’intera giornata, attestandosi a 17,4% contro Canale 5 al 13,7% (-0,9%) e guadagna 1,8% in prima serata salendo al 20,33% lasciando Canale 5 a 11,99%, con un distacco di circa 8 punti dalla rivale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Boom su Canale5 per Temptation Island, con più di 3,5 milioni di spettatori. Nel pomeriggio bene diretta olimpica su Rai2

Boom su Canale5 per Temptation Island, con più di 3,5 milioni di spettatori. Nel pomeriggio bene diretta olimpica su Rai2

Maximo Ibarra si dimette da ceo Kpn

Maximo Ibarra si dimette da ceo Kpn

Accordo Aie-Abi per promuovere il dialogo tra editoria libraria, banche e intermediari finanziari

Accordo Aie-Abi per promuovere il dialogo tra editoria libraria, banche e intermediari finanziari