Sgarbi vuole comprare il Cervia: sfida politica e sportiva all’amico Berlusconi

Con un video pubblicato su Youtube e rilanciato sui social, Vittorio Sgarbi, critico d’arte, deputato di Forza Italia e sindaco di Sutri, annuncia di voler entrare nel mondo del calcio, comprando il Cervia, la squadra resa romagnola che milita in promozione e resa celebre anni fa dal reality show Campioni. Il desiderio è quello di emulare il grande Milan di Silvio Berlusconi, fa sapere Sgarbi tra il serio e il faceto, e battere il Monza che il Cavaliere ha appena comprato tornando così nel mondo del pallone dopo la cessione dei rossoneri.


“Sfiderò il mio amico Berlusconi, prima nel calcio e poi in politica”, dichiara Sgarbi in un’intervista rilasciata a Libero, in cui racconta di voler acquistare il Cervia per fonderlo con il Milano Marittima, e richiamare così anche nel nome “il glorioso Milan del Cavaliere”.

Nel video Sgarbi dice di aver già mosso i primi passi per comprare il Cervia con amici e soci. “È giusto per dare un segno politico”, continua Sgarbi, ammettendo di voler emulare l’amico Berlusconi, che prima ha deciso di ricandidarsi alle Europee, e poi di comprare una squadra di serie C come il Monza, per farla crescere e diventare “il nuovo Milan”. “Voglio che anche la mia nuova stagione politica riparta da un’impresa sportiva” conclude Sgarbi. Per il momento non si registrano reazioni da parte del club, che però ha rilanciato sul suo profilo Instagram l’annuncio di Sgarbi commentando: “quale realtà migliore di Cervia potrebbe ospitare un progetto futuristico del genere?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”