Editoriale Domus si riorganizza e costituisce due nuove business unit: Consumer e Professional

Editoriale Domus, ha costituito due nuove divisioni all’interno dell’azienda: la business unit Consumer e la business unit Professional. Alla business unit Consumer – affidata alla responsabilità di Nicola Licci, già brand manager e business digital director del gruppo – fanno riferimento tutti i brand management attinenti al mercato b2c dell’editoriale presieduta da Silvana Mazzocchi (area motori e non), oltre che la direzione delle aree digital marketing, diffusione, produzione, eventi e la struttura dell’ufficio stampa che opera in staff.

Nicola Licci

Luigi Caligaris – già a capo della divisione Quattroruote Professional – è invece diventato direttore della business unit Professional, a cui fanno riferimento tutte le unità organizzative della precedente divisione Quattroruote Professional (strategy e R&D, market analysis, data factory, software factory, sales, marketing services & delivery). A queste si aggiunge l’Accademia Editoriale Domus, con l’obiettivo di sviluppare nuove sinergie e rafforzare ulteriormente l’approccio e la focalizzazione su tutti i mercati b2b target.

Luigi Caligaris

“Editoriale Domus si è da sempre distinta per la sua naturale capacità di rispondere alle mutevoli esigenze sia del mondo consumer che del mondo professional e oggi più che mai è diventato prioritario saper penetrare, contestualmente, i due mercati”, spiega l’amministratore delegato Sofia Bordone. “La creazione di queste due nuove business unit dedicate che integrano di fatto funzioni ed efficienze di ciascun processo favorendo lo sviluppo di nuovi progetti anche per linee esterne, conferma la duplice focalizzazione del nostro business e ribadisce la forza con cui intendiamo continuare a dialogare con i nostri interlocutori”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto