Blue Financial Communication entra nel mercato della produzione digital di video e si accorda con Reteconomy

Convinto che a fare la differenza saranno la qualità dei contenuti e la capacità di distribuirli e che il futuro sarà nella produzione digitale di video, Denis Masetti, editore di Blue Financial Communication, ha presentato questa mattina al Samsung District di Milano la sua partnership con Reteconomy, l’emittente televisiva edita da Franco Cappiello e trasmessa sulla piattaforma satellitare di Sky e sul digitale terrestre.

“Da tempo pensavamo di costituire un dipartimento per la creazione, produzione, postproduzione e messa in onda di format video attraverso cui declinare di contenuti delle varie testate del nostro gruppo, soprattutto il risparmio gestito, l’informazione per i professionisti del settore e i personaggi di Forbes”, spiega Masetti. “L’obiettivo è arricchire l’offerta sui siti di Forbes e Bluerating e su altre piattaforme Ott. Ma consapevoli che in Italia lo spazio maggiore è occupato dalla televisione, ci siamo guardati intorno per valutare le opportunità sul nostro mercato e abbiamo colto quella che ci si è presentata con Reteconomy, su cui abbiamo perfezionato un’opzione di acquisto – senza obbligo – esercitabile entro il 31 dicembre 2019”. Dall’opzione è escluso Bike Channel l’altro canale televisivo di Capiello.

Nella foto, da sinistra Denis Masetti e Franco Cappiello

L’editore di Bfc spiega che l’accordo si svilupperà in tre fasi. “La prima è già partita con la costruzione del palinsesto e la realizzazione delle prime produzioni. Da lunedì 8 ottobre dovrebbe partire il TgBluerating di cinque minuti”, racconta. “La seconda, nel 2019, prevede il completamento del palinsesto con almeno 6 ore giornaliere di produzione originale per cui sono allo studio 16 programmi. La terza sarà il momento della verifica se le condizioni di mercato permetteranno di passare dalla fase di fidanzamento alle vere e proprie nozze”.
“Nella mia carriera di editore”, aggiunge Cappiello, “ho puntato molto sulla verticalità e Reteconomy si è concentrata sull’informazione economica, più precisamente per l’economia per tutti. L’incontro con Masetti ci permette di fare un ulteriore salto. Figuratamente mi sento come quello che si trova a possedere un tubo – quindi la possibilità di distribuire – che ha incontrato chi ha l’acqua, i contenuti, da farci scorrere”.

Masetti sottolinea che Reteconomy avrà un posizionamento chiaro e si concentrerà sui temi del risparmio gestito, sull’educazione finanziaria e sull’informazione per i professionisti del settore, come i private banker. “C’è un vuoto informativo su tutto questo in tv e intendiamo riempirlo. Dal punto di vista economico puntiamo a ricavare 10mila euro al giorno, quindi a incidere per un terzo sull’obiettivo quinquennale. Nei primi sei mesi del 2018 abbiamo raggiunto i 3milioni 229mila euro di ricavi, mentre l’Ebitda è arrivato a oltre 458mila euro. Il 60% arriva ancora dall’attività tradizionale, il 20% dal web e il restante 20% da eventi”.

L’editore assicura che la nuova attività televisiva non comportarà un forte aumento di costi. Infatti, solo tre giornalisti si aggiungeranno ai 50 che già lavorano nel gruppo. Anche per la responsabilità dei contenuti televisivi Masetti si affida al duo Alessandro Rossi – Andrea Giacobino. Per la logistica, agli studi torinesi di Reteconomy si aggiunge una nuova struttura tutta digitale all’interno della sede milanese di Bfc in via Melchiorre Gioia.
Giacobino con Marco Muffato è già al lavoro per il nuovo tg. Presto verranno realizzati dei magazine settimanali di 25 minuti che riprenderanno i temi delle testate di Bfc (Bluerating, Private, Asset, Forbes); una trasmissione mattutina con rassegna stampa, aggiornamenti sui mercati e ospiti; servizi in esterni durante eventi. Allo studio anche un nuovo format di talk show.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente