Allarme fake news su Twitter: attivo l’80% dei profili che veicolarono bufale durante le elezioni Usa

Le fake news riescono ancora a raggiungere milioni di utenti su Twitter. Lo sostiene uno studio della John S. and James L. Knight Foundation secondo cui l’80% dei profili che hanno diffuso notizie false prima delle elezioni Usa dell’8 novembre 2016 sono ancora attivi e pubblicano più di un milione di tweet al giorno.

Lo scopo della ricerca – che ha analizzato più di 10 milioni di tweet e retweet inviati prima e dopo le elezioni – è stato valutare l’evoluzione dell’ecosistema delle fake news a partire da novembre del 2016.
I tweet che diffondevano bufale o messaggi cospiratori pubblicati nel mese precedente alle elezioni erano stati oltre 6,6 milioni.

Jack Dorsey (Foto Ansa – EPA/JIM LO SCALZO)

La situazione tuttavia pare non essere migliorata nei mesi a seguire: nel solo periodo compreso tra marzo e aprile 2017 sono stati inviati 4 milioni di tweet relativi a notizie false. E soprattutto, sottolinea lo studio, gli account responsabili della diffusione delle fake news sono sempre gli stessi: più dell’80% di quelli rilevati nel periodo pre elezioni sono ancora attivi e, appunto, pubblicano oltre un milione di tweet al giorno. Per la precisione, il 65% delle fake news è riconducibile a 10 siti principali.

Secondo le stime basate sul machine learning, il 33% dei siti più seguiti tra quelli rilevati come promotori di disinformazione sarebbero bot, o account automatizzati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto