I Bastardi di Pizzofalcone staccano il GF VIP. Porro e Giordano flop, Gruber da paura con Monti

Partenza buona, considerati i tempi, per la seconda stagione de ‘I Bastardi di Pizzofalcone’. La prima serie, in onda a gennaio del 2017, aveva esordito con 6,9 milioni di spettatori ed il 25,5% di share, in un contesto decisamente più facile.

La nuova tornata delle storie di Maurizio De Giovanni ha raggiunto quota 5,586 milioni di spettatori e il 25,06% su Rai1, battendo ampiamente la concorrenza de ‘Il Grande Fratello Vip’ (3,044 milioni e 19,1%) e facendo un risultato migliore di quello delle altre fiction al battesimo in questo autunno.

Il successo di Alessandro Gassmann e Carolina Crescentini, inoltre, non ha cannibalizzato troppo il resto delle proposte di Viale Mazzini. Su Rai2 ‘Niagara’, con Licia Colò impegnata a mostrare le bellezze naturali, ha avuto 1,229 milioni di spettatori e il 5,6% di share, occupando il terzo gradino del podio e battendo chiaramente il proprio avversario diretto (su Italia1 il film ‘Terminator Genesys’, a 1,078 milioni e 5,1%).

Prevalente sul prodotto editoriale rivale più affine anche ‘Presa diretta’. Sulla terza rete, con un’inchiesta sulla burocrazia ed un’intervista al ministro Giulia Bongiorno, Riccardo Iacona ha conquistato 1,169 milioni di spettatori e il 5,1%, superando molto seccamente il programma giornalistico di Rete4.

Dopo avere risalito un po’ la china ospitando Luigi Di Maio e Matteo Salvini, ieri Nicola Porro ha puntato su Marine Le Pen e, quindi, sul confronto tra la leader sovranista francese e Pierluigi Bersani. Anche stavolta la prima parte della trasmissione è stata quella col rendimento migliore, ma il bilancio complessivo di Porro (778mila e 4,2%), in calo, è stato ancora una volta deludente, migliore solo di quello del telefilm su La7 (‘Body of proof ‘  424mila e 2,4%).

La nuova linea editoriale di Rete 4 non ha finora avuto i riscontri che a Cologno speravano conquistasse. Vanno molto male Gerardo Greco, Nicola Porro e Mario Giordano (‘Fuori dal coro’ ieri nel preserale ha conquistato solo 556 mila spettatori e il 2,89% di share). Solo Barbara Palombelli non fa rimpiangere la gestione precedente. Ma anche ieri ha perso nettamente in access il confronto diretto con La7.

‘Otto e mezzo’, con Mario Monti a profetare sventure per il Paese (causa linea economica gialloverde) con Alessandro Sallusti e Massimo Giannini da Lilli Gruber, ha attratto ben 2,162 milioni di spettatori e l’8,46% della platea dalle 20.44 alle 21.24.

Dall’altra parte della barricata ‘Stasera Italia’ con Mario Calabresi, Laura Tecce, Carlo Lucarelli, Maurizio Belpietro tra gli ospiti della giornalista romana, ha avuto 1,3 milioni di spettatori e il 5,25% di share fino alle 20.55 e poi 1,219 milioni e 4,75% nella seconda parte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal