Rai, Borioni: nessuna notizia di convocazioni del Cda. Azienda ferma

Non si hanno notizie di una convocazione a breve del cda Rai e la consigliera Borioni ha espresso la sua preoccupazione sulla situazione di Viale Mazzini.  “Cosa sta succedendo? Niente. Non sta succedendo niente in Rai”, ha detto interpellata dall’AdnKronos. “Non si hanno notizie di Consigli d’amministrazione né per l’ordinaria gestione aziendale né tanto meno per le nomine i cui annunci non fanno bene all’azienda, non fanno bene alle reti e neppure ai Tg”, ha aggiunto, sottolineando la sua “preoccupazione per l’immobilismo di questa azienda”.

Rita Borioni (Foto ANSA / ETTORE FERRARI)

“Sembrava che il momento di svolta sarebbe stata la nomina del presidente”, ha osservato l’esponente del Cda di Viale Mazzini. “Ma sono passati più di quindici giorni e stiamo aspettando ancora di capire dove stiamo andando, qual è la direzione”.

“Vorrei anche dire che non riesco a comprendere quali siano i criteri e i principi rispetto ai quali ci si sta muovendo per una Rai finalmente meritocratica e lontana dalla politica”, ha aggiunto Borioni, ricordando infine che “i tempi per assolvere agli obblighi del contratto di servizio si restringono”. “E noi che facciamo? Stiamo ancora fermi”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”