Andreatta: con ‘I Medici’ Rai nello star system mondiale. Bernabei (Lux Vide): accordo per mini serie su Rinascimento

“Grazie alla saga de ‘I Medici’ la Rai si e’ inserita a pieno titolo nello star System mondiale delle fiction, grazie ad una grandissima produzione che ha conquistato il mercato internazionale”.Lo ha detto Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, presentando oggi a Firenze, “I Medici. Lorenzo Il Magnifico”, la serie in tv in prima mondiale su Ra1 da martedi’ 23 ottobre. “Questa saga – ha aggiunto Andreatta – e’ una storia popolare che riesce a parlare anche al nostro presente. Non e’ solo la trama avvincente di una storia passata ma e’ la nostra stessa storia, perche’ quella eredita’ determina ancor oggi la nostra contemporaneita’”.

 

“Abbiamo raggiunto un accordo con la  Rai per produrre una collezione di mini serie sul Rinascimento, che
porterà quella grandezza culturale e quel coraggio imprenditoriale nel ,mondo”. Lo ha annunciato Matilde Bernabei, presidente di Lux Vide,  durante l’anteprima della seconda  serie de “I Medici”, incentrata sulla figura di Lorenzo Il Magnifico, articolata in otto episodi, per la regia di Jon Cassar e Jan Maria
Michelini, che saranno trasmessi su Rai1 a partire da martedì 23  ottobre, mentre martedì 16 ottobre i primi due episodi saranno in anteprima esclusiva su Rai Play.

Parlando poi della seconda serie de “I Medici”, una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, Big Light Production, Altice Group, distribuita da Beta Film e prodotta da Luca Bernabei e Frank
Spotniz, Matilde Bernabei ha sottolineato che “abbiamo alzato l’asticella della qualità” e che “Lux Vide va sulla scena internazionale con un progetto che è anche una sfida mondiale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per la vita di Radio Radicale

Mediaset, Ps Berlusconi: dobbiamo cambiare passo, espandersi all’estero per crescere ancora