Panorama, la Verità chiede di tagliare del 30% il costo del lavoro lordo

Ieri pomeriggio, durante il primo incontro il primo incontro sull’offerta di acquisto di Panorama da parte della Verità srl è stata in pratica confermata la filosofia editoriale esplicitata da Maurizio Belpietro nell’intervista pubblicata sull’ultimo numero di Prima Comunicazione: ridurre drasticamente i costi e rilanciare la testata come settimanale di notizie e inchieste.

Infatti, l’amministratore delegato dell’editrice della Verità, Enrico Scio, ha spiegato ai rappresentanti sindacali (oltre al Cdr erano presenti Paolo Perrucchini e Anna Del Freo per l’Associazione Lombarda e Guido Besana per la Fnsi) che una delle ‘clausole di sospensione’ dell’offerta di acquisto di ramo d’azienda prevede il taglio del costo lordo di 960mila euro (in pratica il 30%).

Maurizio Belpietro (foto Olycom)

L’ incidenza media sulle retribuzione sarebbe di circa il 45%, attraverso l’azzeramento delle qualifiche (tutti redattori ordinari) e dei superminimi aziendali e individuali. L’acquirente intende assorbire tutto l’organico.

I rappresentanti sindacali tra poco, nella sede dell’editrice a Segrate, illustreranno quanto emerso dall’incontro all’assemblea dei giornalisti della Mondadori.

I rappresentanti della Mondadori, della Verità e del sindacato dei giornalisti torneranno a riunirsi la prossima settimana.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Enrico Singer è il nuovo direttore responsabile di Agenzia Nova

Chi sono, cosa fanno e cosa pensano gli italiani secondo il 52° rapporto Censis

Giovanni Moglia nominato chief regulatory affairs di Tim