“Tanti giornali sull’orlo di una crisi di nervi”: Di Maio sulla manovra

“Vedo tante testate giornalistiche, che hanno interpretato la manovra economica come una partita, sull’orlo di una crisi di nervi. Per alcuni ha vinto la Lega, per altri il M5S. Noi abbiamo detto che non avremmo fatto scudi fiscali nè condoni. Il governo ha utilizzato degli istituti già esistenti, come la  dichiarazione integrativa o il saldo e stralcio sotto i 1000 euro. Noi ,andiamo a aiutare, principalmente, le persone in difficoltà”. Lo ha detto il ministro del Lavoro e vice premier, Luigi Di Maio, negando – in una intervista a Radio Radicale – che l’esistenza di un braccio di ferro tra lega e M5S sui provvedimenti da adottare e da sfruttare poi in chiave elettorale elle prossime europee.

“Non c’è nessuna vittoria o sconfitta di nessuno – ha continuato Di  Maio – ricordo però che è il primo anno che in Italia non si fa lo scudo fiscale. La voluntary disclosure che i governi di centro sinistra avevano fatto negli ultimi anni, non si rifarà. I capitali portati in nero all’estero e fatti rientrare pagando una piccola
quota, non verrà riproposta. E’ un piccolo passo in avanti, perché noi abbiamo sempre detto che vogliamo aiutare chi è in difficoltà e non dare un privilegio ai grandi evasori”. ,(Ruf/AdnKronos)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal