Torna Bookcity Milano. Dal 15 al 18 novembre oltre 1300 eventi in giro per la città

Milletrecento eventi in 250 luoghi della città: dal 15 al 18 novembre è in programma nel capoluogo meneghino BookCity Milano, la manifestazione dedicata al libro, alla letteratura e ai lettori, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione omonima, e fondata da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri.

Giunta alla sua settima edizione, la manifestazione ha contribuito all’assegnazione a Milano della qualifica di Città Creativa Unesco per la Letteratura. Tra le novità del 2018 il gemellaggio con un’altra città della letteratura, Dublino, e la scelta di concentrarsi in particolare sui quartieri che si trovano fuori dai grandi viali, dove passano le due linee dell’autobus 90 e 91. I due mezzi saranno infatti parte della manifestaizone grazie al progetto ‘Il giro di Milano in 90/91 minuti’, realizzato in collaborazione con Atm, strutturato in una serie di letture pubbliche.

La home page del sito di BookCity Milano

“Con BookCity la passione di Milano per i libri e dei libri per Milano diventa una grande festa diffusa”, ha detto il sindaco Giuseppe Sala. “Gli eventi non saranno solamente negli spazi normalmente dedicati alla lettura, ma in tutta la città invitata a parlare di libri, a conoscerne i protagonisti, a passeggiare nei suoi luoghi letterari guidata dai racconti dei suoi cittadini. Questa è la vera forza di BookCity e sono certo che anche quest’anno sarà davvero un grande successo”.

Oltre che dalle biblioteche civiche, anche spazi come Mare Culturale Urbano, l’Anguriera di Chiaravalle, lo Hug Milano, la libreria Il Covo della Ladra saranno al centro di una serie di eventi, tra i quali concerti di musica classica realizzati in collaborazione con Fondazione Mito. In questa edizione entra nel circuito della manifestazione anche il Memoriale della Shoah appena ristrutturato.

L’inaugurazione di BookCity Milano 2018 sarà giovedì 15 novembre alle ore 20.30 al Teatro Dal Verme con l’evento ‘Jonathan Coe e il futuro che non ci aspettavamo’, ad ingresso libero fino esaurimento posti. Durante la serata Barbara Stefanelli intervisterà Coe su temi in bilico tra la sfera pubblica e quella privata, raccontandoci l’ultimo decennio del Regno Unito con satira e critica lucida. Jonathan Coe riceverà poi il Sigillo della città dal Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

La manifestazione si chiuderà domenica 18 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Franco Parenti con l’evento ‘Tutto cambia, ma italiani si rimane’ insieme a Beppe Severgnini. Un viaggio ironico e sentimentale nel giornalismo: dalla scuola di Montanelli al Corriere della Sera, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla televisione, da twitter al teatro.

Tra gli appuntamenti ormai abituali, confermati la diretta dagli studi di corso Sempione per Radio Tre Rai con Elio De Capitani, o la Festa de ‘La Lettura’ alla Fondazione Corriere della Sera, e correlata la mostra ‘La Lettura 360’, che raccoglie le prima 360 copertine del supplemento culturale del Corriere della Sera, ospitata alla Triennale, che verrà inaugurata il 16 novembre. Ma ci sono anche diverse novità che si basano sul diretto coinvolgimento dei cittadini: sabato 17 novembre ‘Milano legge Milano’ vedrà gruppi di cittadini che raccontano i luoghi letterari della città attraverso una serie di letture.

Confermati i quattro progetti speciali presenti nelle passate edizioni: da ‘BookCity Young’, un calendario di incontri e laboratori rivolto a bambini e ragazzi e organizzato dalle Le biblioteche di pubblica lettura di Milano, a ‘BookCity Università’, che dà voce ad una comunità di docenti, studenti editori e librerie che coinvolge sette università, sei accademie, due reti universitarie e un campus interuniversitario; e ancora ‘BookCity per le scuole’, che coinvolge circa 1400 classi di scuole di ogni ordine e grado, e ‘BookCity per il sociale’, una serie di attività nelle carceri di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria, nelle Case delle Associazioni e del Volontariato, nelle bibliteche comunali e condominiali, nella Casa di Accoglienza Enzo Jannacci e nelle sedi di BookCity.

BookCity Milano è sostenuto da Intesa Sanpaolo, che è main partner della manifestazione e collabora all’organizzazione di diversi eventi, e da Fondazione Cariplo, che porta avanti il progetto ‘Scuole senza Frontiere’ per promuovere la lettura nelle scuole. Partecipano inoltre Atm, Borsa Italiana, Burgo Group, Esselunga, Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Flou, Fondazione Fiera Milano, Innocent, mytaxi, Pirelli, Studio Notarile Marchetti, Treccani Cultura. Collaborano Aima, Associazione Ciessevi, Bauer, Bird&Bird, Campari, Intesa Sanpaolo Assicura, Hotel Magna Pars, Igp Decaux, Mito Onlus, Noris Morano, Società Esercizi Aeroportuali, Rotolito, Studio Legale Rcc.

BookCity Milano è realizzato sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con Aie (Associazione Italiana Editori), Aib (Associazione Italiana Biblioteche), Ali (Associazione Librai Italiani) e Lim (Librerie Indipendenti Milano).  Sono media partner dell’edizione 2018 Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, laeffe, RAI Radio2 e Radio3, ibs.it, ilLibraio.it. Gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato.

Il programma completo è consultabile sul sito www.bookcitymilano.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati Generali dell’editoria, Roma 25 marzo. ECCO IL PROGRAMMA: con Conte e Crimi gli interventi di Fieg, Fnsi, Upa, Odg, Anso e Uspi

Il Team Sky diventa Ineos a partire dal 1° maggio. Debutto al Tour dello Yorkshire

Chiude la redazione di Roma del Giornale