Volley, polemiche per la pubblicità che “oscura” Egonu e Sylla. Uliveto risponde così

Raffica di polemiche per la pubblicità dell’acqua Uliveto comparsa sui giornali domenica 21, il giorno dopo la fine dei mondiali di pallavolo in Giappone conclusosi con il secondo posto delle atlete azzurre. Nella foto la bottiglia copre due atlete, e, guardando la foto, dalla formazione completa dei mondiali mancano Paola Egonu, l’opposto protagonista della volata della squadra fino alla finale, e Miriam Sylla, la schiacciatrice, entrambe di colore.

La pubblicità di Uliveto apparsa sui quotidiani domenica 21 ottobre

Sui social si è alzato un polverone mediatico, con molti utenti che si chiedevano se Uliveto avesse nascosto le due ragazze per razzismo. A far incrementare i dubbi anche lo scatto analogo dedicato alla nazionale maschile, in cui la bottiglia non copre nessun atleta. In realtà la foto scelta dal marchio del gruppo Cogedi non è stata scattata in occasione dei mondiali in Giappone, ma – come reso noto dalla Federazione Italiana Pallavolo (Fipav) – risale alla Volleyball Nations League, che si è svolta da maggio a luglio 2018. Nella foto originale Sylla non è presente, e al suo posto vi è Serena Ortolani, altra schiacciatrice della nazionale femminile. Ad essere nascoste quindi nella foto pubblicata sui giornali sono Paola Egonu e Serena Ortolani, fatto che farebbe cadere le accuse di razzismo ai danni di Uliveto.

L’azienda ha voluto commentare l’ondata di polemiche che l’ha investita con un post di chiarimento sui profili social: Uliveto assicura che l’aver coperto due atlete, tra cui la Egonu di colore, sia un fatto puramente casuale e rifiuta qualsiasi insinuazione di razzismo o discriminazione.

“È stato tutto molto strumentale, devo dire che era una foto vecchia e non era la squadra dei Mondiali” dichiara il presidente della Fipav Bruno Cattaneo. “C’erano giocatrici che ai Mondiali non c’erano”, aggiunge Cattaneo, “dovrebbero tirare le orecchie alla loro agenzia. È un argomento che non esiste proprio”. Un duro dissenso quindi alle accuse di razzismo che si sono rincorse sui social nella giornata di domenica: quello che ora interessa alla Federazione è che l’interesse per la pallavolo non vada scemando. Cattaneo infatti conclude la sua dichiarazione così: “Aspettiamo che ci dedichiate più attenzione, vi garantiamo uno spettacolo molto bello dal punto di vista tecnico. Quella femminile sta diventando molto fisica e simile a quella maschile. Ormai le prestazioni sono straordinarie come dimostrato dalla Egonu. La Rai ci ha promesso che ci seguirà ancora”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato

Tim accende il 5G al Monza Eni Circuit e fa il punto sui piani di copertura digitale

Tim accende il 5G al Monza Eni Circuit e fa il punto sui piani di copertura digitale