Philip Morris, è polemica sulla campagna “Hold My Light”. L’azienda: meglio il tabacco riscaldato delle bionde

Ha fatto discutere nel Regno Unito la nuova campagna di Philip Morris denominata “Hold My Light”, letteralmente “tieni il mio accendino”, per promuovere tra i fumatori “un nuovo modo di abbandonare le sigarette”, come recita il claim, almeno quelle tradizionali.

L’azienda produttrice di sigarette e altri sistemi di consumo, come le più moderne sigarette elettroniche o a riscaldamento del tabacco, ha infatti realizzato una sovracopertina di quattro facciate sul tabloid inglese Daily Mirror per promuovere l’iniziativa, che fa parte di una serie di attività della durata di trenta giorni per un valore complessivo di 2 miliardi di sterline. “Hold My Light” ha come destinazione un sito web di atterraggio dedicato per accompagnare passo passo chi vuole smettere di fumare le “bionde”.

Dalla Reuters (qui il video) alla Bbc e persino la Cnn sono svariati i servizi dedicati alla vicenda. Bersaglio delle polemiche l’atteggiamento, giudicato ipocrita, di chi vuole sensibilizzare all’abbandono del fumo ma continua nel mondo a pubblicizzare il suo brand Marlboro, oltre a quelli dei nuovi prodotti. “Un caso di sbalorditiva ipocrisia”, secondo George Butterworth di Cancer Research Uk, principale ente britannico di promozione della ricerca nella lotta contro il cancro. Butterworth ha denunciato l’iniziativa di Philip Morris come parte di un’operazione commerciale per promuovere non la salute delle persone, bensì i nuovi prodotti dell’azienda nati come alternativa al fumo, come le sigarette elettroniche e simili.

“Il modo migliore in cui Philip Morris può aiutare le persone a smettere di fumare è cessare la produzione di sigarette”, ha concluso Butterworth. Peter Nixon, managing director di Philip Morris Limited, ha difeso la campagna, sostenendo che mira solo a offrire “altre opzioni” meno nocive per la salute e che “le e-cigarettes o il tabacco riscaldato sono una scelta migliore rispetto a continuare a fumare”.

La sovracopertina del Daily Mirror

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Fieg: subito misure per la pubblicità incrementale su stampa. Governo e parlamento trovino l’iter per approvare la norma

Editoria, Fieg: subito misure per la pubblicità incrementale su stampa. Governo e parlamento trovino l’iter per approvare la norma

Inpgi, ok commissioni a emendamento: stop commissariamento. Un anno per riforma, poi intervento Governo su platea

Inpgi, ok commissioni a emendamento: stop commissariamento. Un anno per riforma, poi intervento Governo su platea

Axel Springer guarda al B2b e prepara la fusione tra eMarketer e Insider

Axel Springer guarda al B2b e prepara la fusione tra eMarketer e Insider