Identità, territorio, scoperta: è L’Italia del gusto, il numero speciale di Bell’Italia

Un numero speciale per valorizzare “L’Italia del gusto”. Si chiama così l’iniziativa del mensile Bell’Italia, che torna per il terzo anno proponendo una serie di itinerari – sono una decina – che alternano soste golose a visite d’arte per un viaggio o magari per un lungo fine settimana d’autunno.

Urbano Cairo

“L’Italia del gusto nasce da un’attenzione che Bell’Italia, pur avendo un itinerario d’arte come suo prima missione, ha sempre avuto”, dice Emanuela Rosa-Clot, direttore del mensile di Cairo Editore. “Perché il giornale ha una rubrica fissa che si chiama “Buona Italia” e va alla scoperta dei territori. È un filone che abbiamo sviluppato anche nell’altro speciale che dedichiamo alle strade del Giro, con i colleghi di Gazzetta dello Sport e “GazzaGolosa”, con cui abbiamo fatto una collaborazione, uno scambio di suggerimenti”.

Emanuela Rosa Clot

I servizi proposti in questo numero speciale sono concepiti come itinerari automobilistici – con tanto di schede pratiche in una o più regioni italiane, seguendo un filo conduttore geografico o tematico alla ricerca delle eccellenze locali. “C’è attenzione al gusto”, prosegue Rosa-Clot, “anche perché il panorama italiano è disegnato dall’agricoltura e quindi dalle produzioni di qualità. Le Cinque terre, per esempio, non esisterebbero senza i terrazzamenti, gli uliveti, i noccioleti. Dunque è normale abbinare alla scoperta delle bellezze artistiche del Paese le soste gastronomiche giuste che noi decliniamo su tutti i livelli. Ci sono per esempio le valli del Parmense, alla ricerca dei salumifici e delle botteghe dove i veri parmigiani vanno a fare la spesa, le strade del vino di Trentino e Alto Adige, gli itinerari in Sicilia e in Sardegna, dove il clima consente di sentirsi in vacanza tutto l’anno. L’Italia è un Paese grande e noi cerchiamo ogni volta di approfondire sempre di più la ricerca di indirizzi possibilmente ancora abbastanza segreti. E poi ci sono le ricette, parte integrante dell’itinerario, elemento identitario di un territorio”.

Sono infatti oltre 550 gli indirizzi tra ristoranti, locali, botteghe storiche e produttori, itinerari per cui vengono proposte ogni volta tre ricette da uno chef stellato per comporre un pranzo rappresentativo della tradizione gastronomica locale, spesso rivisitata in chiave contemporanea.

“Ci vorrebbe un anno di vacanza per godere di tutte le sue proposte, per girare e vedere di persona tutti questi luoghi meravigliosi”, ha commentato un soddisfatto Urbano Cairo intervenuto alla serata di presentazione al Giacomo Caffè, all’interno di Palazzo Reale a Milano. “Ed è grazie agli amici e ai clienti che ci hanno appoggiato che è stato possibile realizzare un numero speciale così bello”.

“Va sottolineato come il considerevole carico pubblicitario di Bell’Italia speciale Italia del gusto, con un inserito di oltre 50 pagine, sia avvalorato da numerose iniziative speciali realizzate in collaborazione con diversi enti turistici e protagonisti del settore eno-gastronomico che attestano sempre di più questa pubblicazione come momento di comunicazione rilevante per il mondo del food&beverage”, ha dichiarato Gianluca De Mitri, vice direttore generale stampa Cairo Pubblicità. “Il nostro sistema turismo, che oltre a Bell’Italia e alle sue monografie tematiche include anche i mensili Bell’Europa e In viaggio, da 5 anni a questa parte è in continua crescita. Infatti consolidiamo con un segno positivo anche il periodo gennaio-novembre 2018”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano