Non solo numeri. Ecco come Condé Nast ha scelto i talent della sua Social Agency

Non solo numeri, ma soprattutto verticalità e qualità dei contenuti. Riccardo Pozzoli, direttore creativo, della Social Talent Agency di Condé Nast, spiega i criteri utilizzati per selezionare gli influencer con cui prende il via il progetto dell’editrice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Video correlati

Tim inaugura il primo volo planante su Sanremo da 4500 metri di altezza! Tim inaugura il primo volo planante su Sanremo da 4500 metri di altezza!

Tim inaugura il primo volo planante su Sanremo da 4500 metri di altezza!

Libertà di stampa e giornalisti in carcere. Il monologo di Emma D’Aquino all’Ariston Libertà di stampa e giornalisti in carcere. Il monologo di Emma D’Aquino all’Ariston

Libertà di stampa e giornalisti in carcere. Il monologo di Emma D’Aquino all’Ariston

Facebook al SuperBowl con il suo primo spot Facebook al SuperBowl con il suo primo spot

Facebook al SuperBowl con il suo primo spot