Non solo numeri. Ecco come Condé Nast ha scelto i talent della sua Social Agency

Non solo numeri, ma soprattutto verticalità e qualità dei contenuti. Riccardo Pozzoli, direttore creativo, della Social Talent Agency di Condé Nast, spiega i criteri utilizzati per selezionare gli influencer con cui prende il via il progetto dell’editrice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Video correlati

Il Fatto sbarca in Borsa. L’editrice debutta al mercato Aim Italia

Carlo Verdelli: i giornali hanno un futuro se puntano sulla forza del marchio – VIDEO

Come cambia il valore dei top brand in 19 anni: impressionante escalation delle tech company