Non solo numeri. Ecco come Condé Nast ha scelto i talent della sua Social Agency

Non solo numeri, ma soprattutto verticalità e qualità dei contenuti. Riccardo Pozzoli, direttore creativo, della Social Talent Agency di Condé Nast, spiega i criteri utilizzati per selezionare gli influencer con cui prende il via il progetto dell’editrice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Video correlati

Futuro del giornalismo? Ecco il primo conduttore tv artificiale. L’agenzia di stampa cinese Xinhua sperimenta l’anchor man virtuale

La fidanzata di Khashoggi intervistata da Abc. Chi lo voleva morto?

I terribili allenamenti di Dolph Lundgren per gli escavatori Volvo diventano virali su Youtube