Non solo numeri. Ecco come Condé Nast ha scelto i talent della sua Social Agency

Non solo numeri, ma soprattutto verticalità e qualità dei contenuti. Riccardo Pozzoli, direttore creativo, della Social Talent Agency di Condé Nast, spiega i criteri utilizzati per selezionare gli influencer con cui prende il via il progetto dell’editrice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Video correlati

Con AXA Soluzioni Salute puoi scegliere tra tanti servizi di assistenza, come un fisioterapista a casa Con AXA Soluzioni Salute puoi scegliere tra tanti servizi di assistenza, come un fisioterapista a casa

Con AXA Soluzioni Salute puoi scegliere tra tanti servizi di assistenza, come un fisioterapista a casa

Censurato lo spot Dior con Johnny Depp: “Razzista e offensivo”. La maison: realizzato con la consulenza di nativi americani Censurato lo spot Dior con Johnny Depp: “Razzista e offensivo”. La maison: realizzato con la consulenza di nativi americani

Censurato lo spot Dior con Johnny Depp: “Razzista e offensivo”. La maison: realizzato con la consulenza di nativi americani

Pornhub contribuisce (a suo modo) a ripulire gli oceani Pornhub contribuisce (a suo modo) a ripulire gli oceani

Pornhub contribuisce (a suo modo) a ripulire gli oceani