UsigRai: azienda ferma e Cda succube della politica. Senza una convocazione valuteremo lo sciopero

Dopo i consiglieri Borioni e Laganà, anche l’UsigRai prende posizione sulla situazione creatasi in Rai. “È umiliante un CdA che ostenta la propria sudditanza alla politica”, scrive il sindacato dei giornalisti di Viale Mazzini, parlando di un’azienda “ferma, immobile”.In assenza di una convocazione urgente del Cda, l’UsigRai ha annunciato poi l’intenzione di scrivere a Vigilanza e Agcom e valutare “l’avvio delle procedure di sciopero”.

Ecco il testo della nota:
“Un’azienda ferma, immobile, in attesa di un totale cambio di direttori, senza aver mai spiegato perché? Da quando è in sella, il vertice si è riunito 3 volte e solo per la nomina del Presidente. Da quando è stato nominato, il Presidente non ha mai convocato il CdA. Mai.

È umiliante un CdA che ostenta la propria sudditanza alla politica: decide addirittura di non convocarsi in attesa che i partiti consegnino la lista della spesa delle nomine. Evidentemente la loro priorità è occupare poltrone!

A 3 mesi dalla loro nomina, cosa hanno prodotto? Zero. Eppure non ci risulta abbiano rinunciato alle relative indennità per questi mesi. Se fossero dipendenti, una qualunque azienda li manderebbe a casa per gli scarsi risultati durante i primi 3 mesi di prova.

 

Per questo abbiamo preparato un pacco regalo che consegneremo lunedì a Viale Mazzini per l’Amministratore delegato, il Presidente e i Consiglieri di Amministrazione.

A 3 mesi dalla nomina regaleremo a ciascuno una copia del Contratto di Servizio, in vigore ormai da quasi 8 mesi e praticamente inapplicato, e una penna, per firmare la richiesta di convocazione del CdA o le proprie dimissioni per manifesta inattività.

In assenza di una convocazione urgente del CdA, scriveremo a Vigilanza e AgCom e valuteremo l’avvio delle procedure di sciopero.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti