Editoria, Riffeser: il governo si sta ravvedendo, presto un tavolo. Serve legge di settore concordata

“Abbiamo sempre detto che il settore dell’editoria va riformato. Chiediamo una legge di settore concordata con tutte le forze politiche del Paese, non con un governo che oggi c’è e domani non c’è. Il giornalista deve essere libero e indipendente e quindi le aziende editoriali devono avere una sostenibilità”. Lo ha detto il presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, parlando della manovra di governo a margine della firma dell’accordo con l’Abi per la diffusione di quotidiani e periodici.

Andrea Riffeser Monti (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

“Credo – ha sottolineato il presidente della Fieg – che si stiano ravvedendo e forse un dialogo si può instaurare. Non ultimo ieri c’è stato un rappresentante della Lega che si è smarcato un po’ da M5S. Credo che presto ci siederemo a un tavolo, sono convinto. Perché noi siamo delle persone responsabili, la federazione ha degli editori responsabili e anche il governo deve essere responsabile ad ascoltarci”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto