Luca Attias nuovo commissario per l’Agenda digitale. Piacentini: continuità senza colore politico

E’ Luca Attias il nuovo commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale. Attias, come annuncia una nota del team per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio, lascia l’incarico di direttore generale Sistemi Informativi Automatizzati della Corte dei Conti e dal 31 ottobre 2018 prende la guida del Team per la Trasformazione Digitale raccogliendo il testimone lasciato da Diego Piacentini, il cui mandato è scaduto il 16 settembre.

Luca Attias

La nomina di Luca Attias è in attesa di registrazione da parte della Corte dei Conti.

“La scelta di Luca Attias a Commissario Straordinario dimostra che l’attuale governo è interessato a proseguire nella strada tracciata di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione”, ha commentato Piacentini, che fino a oggi ha ricoperto il ruolo. “Sono soddisfatto che il Governo abbia scelto di incaricare una persona che ha dimostrato di avere forti competenze manageriali e tecnologiche e con cui in questi due anni il Team ha lavorato in sintonia”.

“Nel segno della continuità e senza colore politico”, twitta il suo predecessore Diego Piacentini: “. Luca Attias viene dalla PA e l’ho fortemente apprezzato in questi 2 anni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Azzurre boom. Per il match con il Brasile oltre 7,3 milioni totali di spettatori e share del 32,6%

Azzurre boom. Per il match con il Brasile oltre 7,3 milioni totali di spettatori e share del 32,6%

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Rai, sì vigilanza a risoluzione su incompatibilità doppio incarico Foa. M5S: rispettate regole. Pd: l’azienda si adegui. UsigRai: ora dimissioni

Rai, sì vigilanza a risoluzione su incompatibilità doppio incarico Foa. M5S: rispettate regole. Pd: l’azienda si adegui. UsigRai: ora dimissioni