Maria Bianca Farina confermata presidente Ania

Maria Bianca Farina rimane presidente di Ania, potente associazione nazionale delle imprese assicurative. Fondata sul finire della Seconda Guerra Mondiale, Ania associa e assiste 173 compagnie di assicurazione che rappresentano quasi il 90% del mercato assicurativo in termini di premi e che ha al suo interno l’Istituto per la Ricerca e lo Sviluppo delle Assicurazioni – che si occupa della formazione professionale degli addetti della filiera assicurativa – oltre che la Fondazione Ania e il Forum permanente Ania-Consumatori.

Il nuovo mandato consegnato nelle mani di Farina è il riconoscimento di una capacità di governo e di comunicazione che non è passata inosservata. “Sono onorata di poter guidare l’ANIA anche per il prossimo triennio. Continuerò a farlo con profondo senso di responsabilità, passione e determinazione”, ha commentato Maria Bianca Farina, “perché il sistema assicurativo svolga un ruolo sempre più importante per la stabilità e lo sviluppo sociale ed economico del Paese”.

Maria Bianca Farina, laureata con lode in economia e commercio a La Sapienza di Roma, ha un curriculum molto cospicuo potendo vantare una forte esperienza in campo assicurativo e finanziario, oltre a ricoprire anche la carica di presidente di Poste Italiane, Poste Vita e Poste Assicura e dal 2014 membro del Comitato direttivo dell’Autorità di Informazione Finanziaria e Vigilanza della Santa Sede, con nomina di Papa Francesco, Consigliere di Amministrazione dell’Ospedale Bambino Gesù e di Save the Children e membro del Consiglio direttivo della Federazione delle banche, delle assicurazioni e della finanza.

La sua gestione dell’Ania si è contraddistinta con un’intensa attività per la sensibilizzazione del mondo assicurativo, istituzionale e dell’opinione pubblica a favore dell’ innovazione (interessante la nascita dell’Osservatorio Innovation by Ania, in collaborazione con Deloitte), per studiare forme assicurative per i rischi catrastrofi, e lavorare con la Polizia per la lotta alle frodi. Ma non solo: coraggiosa la proposta di Farina di attivare attraverso l’Ania un fondo per finanziare progetti infrastrutturali, di cui l’Italia ha molto bisogno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per la vita di Radio Radicale

Mediaset, Ps Berlusconi: dobbiamo cambiare passo, espandersi all’estero per crescere ancora