Amazon pensa a due diverse città per creare la sua seconda sede

Amazon sta valutando di dividere la seconda sede dei quartieri generali in due diverse città, piuttosto che far ricadere la propria scelta su una singola location. Lo sostengono diversi media americani, citando fonti secondo le quali l’annuncio potrebbe arrivare già in settimana.

Invece che scegliere un’unica vincitrice fra le venti finaliste in corsa, il colosso dell’eCommerce avrebbe deciso di ‘dividere’ l’investimento da 5 miliardi di dollari destinati alla sua seconda sede fra due città, in ognuna delle quali saranno creati 25.000 posti di lavoro.

Jeff Bezos (foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

I motivi dietro la decisione starebbero nella necessità di reclutare quanto più personale esperto del settore tech, oltre che a limitare potenziali problematiche legate agli alloggi, al transito e ad altri aspetti che potrebbero essere impattati dall’arrivo di decine di migliaia di dipendenti.

Stando ai rumors, le trattative con le città nella short list sono nelle fasi finali anche se nessuna decisione definitiva è stata presa. Fra le finaliste ci sarebbero Crystal City in Virginia, New York e Dallas.
Secondo il New York Times, i manager di Amazon nelle settimane scorse avrebbero incontrato sia il governatore di New York, Andrew Cuomo, sia il sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, dai quali avrebbe ottenuto potenziali centinaia di milioni di dollari di aiuti.

Amazon aveva comunicato il programma di aprire una seconda sede dei suoi quartieri generali oltre un anno fa, scatenando una vera e propria battaglia di offerte da parte delle 238 città negli Stati Uniti che si erano candidate. Il gruppo aveva in seguito ridotto le candidate a 20 finaliste chiedendo loro di firmare un accordo di riservatezza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Partnership Rai-China Media Group. Salini: cooperazione per televisione, radio, cinema e attività di formazione

Partnership Rai-China Media Group. Salini: cooperazione per televisione, radio, cinema e attività di formazione

Accordo di partnership tra Ansa e il gruppo multimediale cinese Xinhua

Accordo di partnership tra Ansa e il gruppo multimediale cinese Xinhua