Via libera finale dall’Ecofin all’Iva ridotta sugli ebook

Via libera finale dell’Ecofin all’Iva ridotta sugli ebook, che fissa il principio per cui un libro o un giornale digitali sono equivalenti alle pubblicazioni cartacee. I 28 hanno ulteriormente formalizzato l’intesa politica che era stata raggiunta lo scorso 2 ottobre. D’ora in poi gli stati membri saranno liberi di applicare se lo vorranno aliquote Iva ridotte (minimo 5%), super ridotte (inferiori a 5%) o pari a zero anche alle pubblicazioni elettroniche, consentendo queste due ultime tipologie a quei Paesi che attualmente già le applicano alle pubblicazioni cartacee.

CC0 Creative Commons (foto: Pixabay.com)

In base alle attuali norme sull’Iva, i servizi forniti elettronicamente sono tassati all’aliquota Iva normale, vale a dire un minimo del 15%, mentre le pubblicazioni su un sostegno fisico possono beneficiare di tariffe non standard.

 

Le nuove regole si applicheranno temporaneamente, in attesa dell’introduzione di un nuovo sistema Iva definitivo. La Commissione ha presentato proposte per il nuovo sistema, che consentirebbe agli Stati membri una maggiore flessibilità rispetto all’attuale impostazione delle aliquote Iva.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

eSports: nel 2019 in Europa crescono pubblico (+12%) e ricavi per il 77% organizzazioni. Deloitte: Spagna e Italia paesi più attivi

eSports: nel 2019 in Europa crescono pubblico (+12%) e ricavi per il 77% organizzazioni. Deloitte: Spagna e Italia paesi più attivi

Nasce InnovUP dall’unione di Italia Startup e APSTI, la maggiore associazione italiana di innovatori e startup

Nasce InnovUP dall’unione di Italia Startup e APSTI, la maggiore associazione italiana di innovatori e startup

TikTok: l’intesa con Oracle piace a Trump. Slitta al 27 settembre lo stop

TikTok: l’intesa con Oracle piace a Trump. Slitta al 27 settembre lo stop