Lega Pro: Francesco Ghirelli eletto presidente. L’attrice Cristiana Capotondi nominata vice

Francesco Ghirelli è il nuovo presidente della Lega Pro: candidato unico, prende il posto di Gabriele Gravina, che ricopriva la stessa carica dal dicembre 2015 e che ora è il numero uno della Figc.

Già direttore generale della Lega Pro, Ghirelli ha ricevuto il voto da 48 società aventi diritto con sette schede bianche e una nulla.

Francesco Ghirelli (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Nel corso dell’assemblea della Lega Pro sono stati eletti anche i vicepresidenti: con 39 voti Cristiana Capotondi, attrice romana laureata in scienze della comunicazione e grande appassionata di calcio, e Jacopo Tognon (37 voti), avvocato e membro del Tas. Tredici le schede bianche e due nulle sui 58 aventi diritto.

Cristiana Capotondi (Foto ANSA/ETTORE FERRARI)

“Se non fossi preoccupato sarei un alieno, ma ho fiducia perchè c’è un nuovo presidente federale e perchè c’è una gran voglia di tornare a rimettere il pallone al centro nei nostri campionati”, ha detto il neo presidente Ghirelli, che, sulla nomina a vicepresidente di Cristiana Capotondi, ha aggiunto: “Non è un’operazione ne’ commerciale ne’ di immagine”. “Ha grande entusiasmo, gioca a pallone, andrà in tutte le città a parlare con i presidenti dei nostri club. Mentre l’altro vicepresidente Jacopo Tognon si occuperà della riforma della giustizia sportiva e sarà un nostro valore aggiunto”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Figc: Giovanni Valentini a capo dell’area commerciale

Figc: Giovanni Valentini a capo dell’area commerciale

La classifica 2019 dei brand calcistici più influenti al mondo. Brand Finance. club stranieri sempre ai vertici ma italiani in crescita

La classifica 2019 dei brand calcistici più influenti al mondo. Brand Finance. club stranieri sempre ai vertici ma italiani in crescita

Ospiti di prestigio per il forum ‘Il calcio che vogliamo’ del Corriere dello Sport-Stadio

Ospiti di prestigio per il forum ‘Il calcio che vogliamo’ del Corriere dello Sport-Stadio