Con Sorgenia e Bebe Vio è #sempre25novembre. Al via campagna contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la giornata mondiale che l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dedicato contro la violenza sulle donne. E #sempre25novembre è l’hashtag della campagna “rosa” lanciata da Sorgenia con Bebe Vio come madrina per sensibilizzare l’opinione pubblica su una tragedia sociale che non sembra fermarsi.

Bebe Vio

Tra il 2017 e il 2018 sono stati oltre 130 gli omicidi di donne commessi da un familiare. E ai femminicidi si aggiungono violenze quotidiane che spesso sfuggono ai conteggi: secondo i dati Istat sono quasi 7 milioni le donne che, nel corso della propria vita, hanno subito una qualche forma di abuso. Sono questi i dati che hanno convinto Sorgenia a dare il proprio contributo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla barbarie che si sta scatenando contro le donne, lanciando una campagna radio, amplificata da una intensa attività social con cui tutti potranno scegliere di ricordare che è #sempre25novembre.

Da questo hashtag prende il via il 10 novembre la campagna: prima con un video teaser in cui Bebe annuncia la partenza di un progetto sul tema della violenza alle donne, poi con un post in cui la campionessa lancia l’iniziativa e invita tutti a renderla virale pubblicando una propria foto con il numero 25 e l’hashtag #sempre25novembre. Per ogni immagine ricevuta, Sorgenia devolverà un euro a La Grande Casa, cooperativa che si dedica ad accogliere e sostenere donne e bambini vittime di violenze e disagi.

Dal 18 al 25 novembre la campagna sarà anche on air sulle principali emittenti radiofoniche con due i messaggi per sottolineare come un giorno solo, il 25 novembre, non possa bastare per ricordare comportamenti inaccettabili: che devono essere denunciati quotidianamente.

“Ci schieriamo direttamente e decisamente in una campagna contro uno degli aspetti più vergognosi della società. Come tutti, vogliamo un futuro migliore ma siamo consapevoli che sono le nostre scelte, più delle semplici idee, a cambiare il mondo”, dice Gianfilippo Mancini, amministratore delegato di Sorgenia. “Mettiamo quindi un impegno preciso e concreto a disposizione di un ideale, per riaffermare il valore delle persone e della loro straordinaria energia. Pensiamo che le aziende come la nostra abbiano il dovere di fare la differenza”, insiste il manager, e “lo facciamo attraverso una comunicazione digitale, che speriamo raggiunga il più ampio target possibile, non solo nel mondo delle nuove generazioni, per sensibilizzare tutti su un tema che non può più essere tollerato in una società che si proclama civile e moderna”. “Nessuno”, insiste Mancini, “meglio di Bebe, poteva affiancarci in questo importante progetto in cui crediamo moltissimo e che porteremo avanti per tutto il 2019. Perché, come dice il nostro hashtag, è #sempre25novembre”.

Per l’occasione, il brand di Sorgenia si tingerà di rosa: logo, sito e immagine istituzionale cambieranno e saranno accompagnati dalla frase “Sorgenia è con le donne il 25 novembre e ogni giorno dell’anno”. La campagna radiofonica è stata realizzata da Red Robiglio & Dematteis, la pianificazione da TMM Media.

Molti gli atleti e i personaggi famosi che hanno già aderito all’iniziativa: Barbara Bonansea, Martin Castrogiovanni, Cristina Chirichella, Francesca Dallapé, Vanessa Ferrari, Niccolò Gitto, Filippo Lanza, Mirta Merlino, Carlo Molfetta, Simone Nolasco, Amaurys Perez, Massimiliano Rosolino, Rachele Sangiuliano, Miriam Sylla, Giovanbattista Venditti, Roberta Vinci, Elenoire Casalegno, Ilaria D’Amico, Davide Devenuto, Barbara Pedrotti, Serena Rossi, Marco Tardelli, Chicco Testa e Ringo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai: domani in Vigilanza il voto su Foa. Lega e M5S divisi, si va verso l’ok alla risoluzione contro il doppio incarico

Rai: domani in Vigilanza il voto su Foa. Lega e M5S divisi, si va verso l’ok alla risoluzione contro il doppio incarico

Inpgi: 147 milioni di euro di disavanzo, in cinque anni persi 3mila posti. Macelloni: male la gestione principale dei giornalisti

Inpgi: 147 milioni di euro di disavanzo, in cinque anni persi 3mila posti. Macelloni: male la gestione principale dei giornalisti

Facebook lancia la criptovaluta Libra. Zuckerberg: sicurezza pagamenti anche senza conto in banca

Facebook lancia la criptovaluta Libra. Zuckerberg: sicurezza pagamenti anche senza conto in banca