Intesa Sanpaolo e Mastercard testano una carta di pagamento contactless biometrica

Intesa Sanpaolo e Mastercard hanno presentato il progetto pilota di una carta di pagamento contactless con tecnologia biometrica, con una fase di test iniziale che coinvolge utenti di Torino, Milano e Roma per 16 settimane.

La nuova carta biometrica, spiega una nota stampa, consente di combinare i vantaggi della tecnologia con chip a quelli della biometria per verificare l’identità del titolare, usando le impronte digitali, come già avviene per alcuni sistemi di pagamento con il cellulare. Per pagare sarà poi sufficiente avvicinarla al terminale POS tenendo il pollice sul sensore della carta, attivando così il processo di verifica dell’impronta.

La fase di test consente inoltre di sperimentare l’utilizzo di una carta biometrica contemporaneamente dotata anche di tecnologia contactless, grazie alla quale è sufficiente avvicinare la carta al terminale POS per dare il via alla transazione.

Le carte biometriche possono essere utilizzate in tutto il mondo e sono riconoscibili da qualsiasi terminale POS e ATM con certificazione EMV, non comportando ulteriori aggiornamenti hardware o software.

ll progetto pilota, ricorda ancora la nota, è stato realizzato con il supporto di Mercury Payment System, e si avvale del contributo di Gemalto, operatore mondiale che ha fornito la tecnologia per la realizzazione delle nuove carte biometriche e gli strumenti necessari per la memorizzazione dell’impronta digitale sul chip.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

L’Italia con Enit premiata ‘Destinazione più popolare dell’anno’ in Cina all’Itb di Shanghai

L’Italia con Enit premiata ‘Destinazione più popolare dell’anno’ in Cina all’Itb di Shanghai

Radio Italia Live – Il Concerto, partnership con Unieuro  contro il cyberbullismo

Radio Italia Live – Il Concerto, partnership con Unieuro contro il cyberbullismo

Grafica più leggera e più spazio per i video. Restyling per il sito del Secolo XIX

Grafica più leggera e più spazio per i video. Restyling per il sito del Secolo XIX