Il circuito di emittenti locali Rds 100% Special Radio raddoppia la raccolta. Gallerini: ogni anno 2-3 nuove stazioni

RDS 100% Special Radio, il circuito ideato per la gestione della raccolta pubblicitaria nazionale di 21 emittenti radiofoniche locali che raggiunge un bacino di utenza di circa 3 milioni di ascoltatori nel Giorno Medio, nel suo secondo anno di attività comunica di aver raddoppiando la raccolta rispetto al 2017.

Monica Gallerini

Monica Gallerini

Il circuito RDS 100% Special Radio, spiega una nota del gruppo che fa capo a Montefusco,  è un progetto di visione imprenditoriale che il Gruppo RDS ha inteso sviluppare per rafforzare il legame con i singoli territori, supportare e valorizzare il lavoro di storiche emittenti locali e far beneficiare loro di progetti editoriali di successo, che hanno conquistato gli ascoltatori di RDS e che rappresentano dei punti qualità nella programmazione e nell’interesse degli investitori come: i “100 secondi di Mentana” e la rubrica “Made in Italy” o renderle protagoniste nelle loro aree di diffusione di eventi speciali.

“Quanto fin qui conseguito da RDS 100% Special Radio ha superato ogni nostra più ambiziosa aspettativa – dichiara Monica Gallerini direttore RDS Advertising – e al tempo stesso certifica un profondo e vivo interesse del mercato a maggiormente geolocalizzare le campagne usufruendo di realtà leder nel territorio. Le adesioni al circuito sono in costante fase di crescita e la copertura ha raggiunto quasi il 60 % del territorio nazionale. Ogni anno entrano nel circuito in media 2-3 emittenti locali e questo ci consente di sviluppare la nostra proposta commercial e aumentare il numero degli ascoltatori”

Le emittenti locali possono beneficiare di campagne nazionali pianificate sul Circuito RDS 100% Special Radio e trasmesse su ogni emittente in punti orari appositamente dedicati e in modo da produrre una comunicazione omogenea e di massima qualità. I comunicati vengono caricati in cluster nazionali che garantiscono il massimo tenore di ascolto e di attenzione all’annuncio.

Paolo Bonardi responsabile di RDS 100% Special Radio puntualizza: “Accogliere nel circuito nuove emittenti areali significa rafforzare il circuito in termini di ascolto e copertura per garantire agli investitori delle performance inaspettate. Il nostro prossimo obiettivo è di andare a coinvolgere emittenti locali in aree attualmente scoperte per aumentare la penetrazione del Circuito su ampie parti del territorio nazionale”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Nasce District, società costituita da Casta Diva Group e Fiducia

Al via la terza edizione di Photo Vogue Festival, Alessia Glaviano alla direzione

Su Elle l’intervista di Oprah Winfrey a Michelle Obama